Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 01 Dicembre |
Beato Charles de Foucauld
home iconStile di vita
line break icon

Qual è il pensiero dietro al cartello "vietato lamentarsi" di Papa Francesco?

Pretty Vectors | Shutterstuck

Lucandrea Massaro - Aleteia Italia - pubblicato il 21/07/17

Lo psicoterapeuta Salvo Noé spiega la logica dietro al suo appello al "pensiero positivo"

Ricordate il simpatico cartello che il Papa ha appeso alla porta del suo appartamento a Santa Marta? Dietro c’è il lavoro dello psicoterapeuta Salvo Noé che il Papa ha incontrato durante una udienza a Piazza San Pietro.

POPE Room
VATICAN INSIDER - LA STAMPA / AFP

Per lo psicologo un problema ricorrente nelle persone della nostra epoca è quello di avere una cattiva attitudine verso le avversità, grandi e piccole. «C’è un’attitudine a lamentarsi senza motivo e questo non aiuta – osserva Noè in un colloquio con Avvenire –: se ci si focalizza sugli aspetti negativi infatti si entra in una cappa vittimistica, in un tunnel negativo, mentre invece bisogna cercare soluzioni per cambiare quella situazione o migliorarla».

La scritta proposta da Noé è un pensiero positivo che possiamo portare anche noi nelle nostre vite, e magari anche nei nostri ambienti lavorativi. «Se – assicura l’esperto – si punta su valori condivisi, sull’ascolto, sulla comunicazione positiva fatta di rispetto, si diventa produttivi».

  • 1
  • 2
Tags:
lamentarsipapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
LOURDES
Il Cattolico
Novena preparatoria all'Immacolata Concezione...
ANGEL
Philip Kosloski
A cosa assomigliano i nostri angeli custodi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni