Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
home iconChiesa
line break icon

3 donne che prima di diventare sante sono state indemoniate

Cristina-di-stommeln-beata-eustochio-mariam-baouardy

Dominio pubblico/Facebook-Beata Eustochio/Chris06 CC

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 21/07/17


La gettò, un giorno, con violenza contro una porta il cui chiavistello di ferro le fece una ferita profonda; ma chiese di continuare il suo digiuno a dispetto della viva sofferenza che provava. Un altro giorno la lanciò dall’alto delle scale.

VERMI NEL CIBO

Un’altra vessazione, ripetuta molte volte, toccava il cibo. «Quante volte non scoprì nella sua porzione, al refettorio, un formicolio di vermi! Spesso avvertiva, in quello che le veniva servito, un odore di cadavere. Tuttavia ella mangiava tutto, felice che Satana le fornisse queste occasioni di mortificarsi. Talvolta questo spirito infernale le rubava il suo pezzo di pane, da cui non aveva strappato che due bocconi; talvolta scagliava la sua scodella nel mezzo del refettorio; la novizia, senza sconcertarsi, chiedeva il permesso di raccogliere con la lingua la zuppa così dispersa dalla mano del diavolo, e quest’atto di umiltà non faceva che aumentare la rabbia del tentatore».




Leggi anche:
Confessioni del demonio a un sacerdote

CONTRO LA CARITA’

La biografia sostiene che il demonio avrebbe preso la forma di suor Maria, e sotto questo travestimento si sarebbe recato a trovare le suore; parlando contro la carità, e soprattutto contro l’umiltà. Le religiose, pensando di aver a che fare con la novizia, non sapevano che cosa pensare.

LA SCHIERA DI DEMONI

E’ una legione di demoni, secondo padre Estrate, quella che si è impadronita della “piccola araba”. Dicono, per bocca della loro vittima: «Noi non siamo cattivi, noi; noi non siamo che dei piccoli teppisti; quelli che verranno dopo di noi lo saranno molto di più. Durante questi otto giorni, il Padrone ci ha obbligati a obbedire alle due vecchie (la priora e la maestra delle novizie n.d.a.). La settimana prossima, ci vorrà un prete per far obbedire quelli che verranno; e la terza settimana, solo le maniche violette (il vescovo, n.d.a.) potrà ridurci all’obbedienza».

Maria di Gesù Crocifisso non restava da sola nemmeno un istante, giorno e notte, perché a dispetto delle loro dichiarazioni di bontà era evidente che gli spiriti diabolici miravano a ucciderla.

LA GRANDE BATTAGLIA

Il momento più drammatico fu quello della “grande possessione”, che doveva durare dal 26 luglio al 4 settembre 1868, documentata dalla testimonianza delle consorelle e dei sacerdoti che furono con lei, giorno e notte, in quel lungo periodo di sofferenza.

Ecco la cronaca di un esorcismo del suo confessore:

Fino al trentesimo attacco i dolori e le bestemmie non fanno che aumentare. ma anche, niente di più toccante, di più pio, di più bello che le parole pronunciate, dopo ogni nuova lotta, dalla novizia, in unione con Nostro Signore nelle circostanze della sua Passione”, racconta il confessore, l’abate Manaudas. “Unisco la mia voce a quella di Gesù nell’orto degli olivi. Che tu sia benedetto, mio Dio”.

Ma Satana ricomincia: “Preparate la bara! – grida – preparate la bara”! E sputa sulla croce, facendo contorsioni orrende.”Noi siamo cento, noi siamo cento” urla, e abbaia, e i suoi movimenti fanno tremare il letto.

E poi sputi, lanci di oggetti, insulti. Tutto questo scenario durò quotidianamente per più di due mesi fino al giorno della liberazione di Mariam, il 4 settembre.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
diavolosanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
4
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
DIAKON
Arcidiocesi di San Paolo
Perché un pezzo di Ostia consacrata viene collocato nel calice?
7
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni