Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché Gesù usa parabole e non parla più chiaramente?

Midiman / Flickr / CC
Condividi

Ci sono cose che non si leggono nei libri, ma solo nella vita

Posso essere profondamente unito a Dio nella mia vita quotidiana. Non devo uscire da me stesso per stare con Dio. Egli è nel più profondo del mio essere. Ed è nell’apparente superficialità dei miei giorni. In quello che faccio, in quello che dico, in quello che soffro.

Quante madri con bambini piccoli rimpiangono i momenti di solitudine della loro giovinezza! Lì, nella loro routine frenetica, tra pianti e risate, Dio parla nel nascondimento.

Forse devo solo guardare la mia vita di oggi per accettare che Dio mi parla nella parabola dei miei giorni. Perché la mia vita è un racconto. E può essere che qualcuno che mi conosce possa utilizzare ciò che mi succede per rendere tangibile Dio in altri sguardi.

È quello che faccio io quando ascolto l’anima di un uomo. Cerco di vedere Dio nascosto nelle pieghe della sua carne. Nella profondità delle sue lacrime. Nel suo sorriso. E allora posso percepire le mani di Dio che agisce e il suo amore che si fa vita.

Mi è allora più facile descrivere come agisce vedendolo operare nel più concreto della vita umana. Nella mia vita. Dove la Parola che ascolto ha una forza nuova. Nei miei limiti che mi parlano di quel mare profondo che non riesco ad abbracciare.

E posso capire la sua misericordia nelle lacrime di dolore di chi ha perduto. Posso apprezzare la forza del regno nel peccato che mi confessano labbra pentite. Vedo nella mia carne malata la vita eterna che sboccia senza che io possa evitarlo.

E allo stesso tempo vedo che sono gli esempi del libro della vita degli uomini a insegnarmi di più. Molto più di altri libri. Diceva padre Kentenich: “Il libro che ho letto è il libro del tempo, il libro della vita, il libro delle vostre anime sante. Se non mi aveste aperto la vostra anima con tanta franchezza, non sarebbe mai stata effettuata la maggior parte delle scoperte spirituali che effettivamente sono state realizzate. Perché quelle cose non si leggono nei libri, ma solo nella vita”.

Nella mia vita ci sono le parabole più belle. Da ciò che mi accade dovrei essere capace di dedurre come agisce Dio. Dalle cose soggettive che mi accadono comprendo l’agire oggettivo di Dio con ciascuno. Questo mi dà vita.

Pagine: 1 2 3

Tags:
gesù
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.