Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 30 Novembre |
Sant'Andrea
home iconChiesa
line break icon

Cos'è un oblato?

Padre Henry Vargas Holguín - pubblicato il 17/07/17

Nel Medioevo il termine indicava i bambini consegnati o offerti dai genitori a un ordine religioso, ma oggi ha un significato diverso

Il termine oblato deriva dal latino oblatio, che significa offerta. Etimologicamente parlando, quindi, un oblato è una persona che si dà, che si dona, si offre a Dio. Ma cosa vuol dire offerta?

Fin dall’antichità, questo termine si intende nella sua connotazione originale in ambito religioso e allude a qualcosa che si dà alla divinità. Ogni offerta (portata a perfezione nella forma del sacrificio) ha la caratteristica di essere, umanamente parlando, un dono percepibile dai sensi, un’espressione esterna e concreta di rapporto con la divinità.

Perché un’offerta (ad esempio nell’Antico Testamento e in alcune delle civiltà antiche) sia elevata alla categoria di sacrificio si richiede che l’offerta stessa (persone, animali o cose) sperimenti una drastica trasformazione.

Ciò vuol dire che un’offerta non diventa sacrificio fino a quando non subisce una modifica, ad esempio effondendo il proprio sangue, venendo uccisa o bruciata.

È il caso del popolo di Israele, che offriva a Dio sacrifici di agnelli e altri animali in segno di riconoscimento della sua divinità e a mo’ di espiazione.

Nell’antica legge le offerte a Dio sotto forma di sacrificio, pur se in sé imperfette, avevano la loro importanza e necessità in quanto erano una prefigurazione del sacrificio di Gesù sull’altare della croce, vera e sublime offerta, vero e sublime sacrificio.

Per questo l’autore della Lettera agli Ebrei dice: “È impossibile infatti che il sangue di tori e di capri elimini i peccati. Per questo, entrando nel mondo, Cristo dice: ‘Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, un corpo invece mi hai preparato. Non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato. Allora ho detto: ‘Ecco, io vengo – poiché di me sta scritto nel rotolo del libro – per fare, o Dio, la tua volontà”” (Eb 10,4-7).




Leggi anche:
Che cos’è la vita eterna?

Nella nuova ed eterna alleanza, Dio, facendosi uomo, ha assunto un corpo mortale. Come uomo ha potuto soffrire e come Dio ha potuto offrire le sue sofferenze e il sacrificio della sua morte sulla croce, con il suo implicito valore infinito, per soddisfare o pagare generosamente ogni debito acquisito dal peccato dell’essere umano.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Philip Kosloski
A cosa somiglia davvero il Paradiso secondo s...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni