Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Vessati, indemoniati: la lotta di 7 santi contro Satana

Condividi

Dai tentativi di suicidio di Maddalena De' Pazzi al patto di Egidio. Così il diavolo ha tentato di impossessarsi dei loro corpi

Siamo nel campo della spiritualità, nel terreno dei mistici. Dove i confini tra ciò che accade all’esterno del corpo e ciò che viene percepito come evento reale sono difficili da verificare. Ma la storia annovera numerosi casi in cui un santo o un beato è stato costretto a fronteggiare il demonio e ha subito da esso torture fisiche. A volte Satana si è impossessato del corpo, altre volte lo ha vessato, altre lo ha ossessionato.

Marco Tosatti in “Santi indemoniati” (edizioni Chorabooks) elenca numerosi casi. Aleteia ne ha selezionati sette.

1) LE BESTEMMIE DI GIOVANNI DEL CASTILLO

Padre Giovanni del Castillo, gesuita del XVI secolo, che ossessionato dal demonio bestemmiava contro la sua volontà. «Il demonio – scrive il confratello padre Auguste Poulain – si serviva anche delle mani di questo santo religioso per schiaffeggiare, bruciare, immagini della Beata Vergine”.

2) IL COLTELLO DI MADDALENA DE’ PAZZI

Molti santi e beati, sotto la spinta demoniaca, hanno avuto l’idea del suicidio. Maria Maddalena de’ Pazzi, vissuta nella seconda metà del cinquecento, nota per le sue estasi, la notte di Sant’Andrea (30 novembre) abbandonò il coro e corse nel refettorio per prendere il coltello e cercare di togliersi la vita. In un’altra occasione, temendo di cadere nuovamente di cadere in questo impulso, si fece legare.

3) IL PATTO CON SANGUE DI EGIDIO DEL PORTOGALLO

Il Beato Egidio del Portogallo, amante di scienze e magia, durante uno dei suoi viaggi strinse un patto con il diavolo. «Impegnò la sua fede sotto il sigillo di un giuramento abominevole e vendette la sua anima con uno scritto vergato dalla sua mano, e firmato con il sangue», scrive il suo biografo, il domenicano Andrea Resendio.

Un giorno le apparve un fantasma, sotto forma di un cavaliere armato, e gli intimò di cambiare vita. Egidio terrorizzato chiese perdono al Signore e da allora avviò un itinerario spirituale che lo portò a diventare frate.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.