Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconStile di vita
line break icon

Le 8 gioie di un vero cristiano

Pixabay

Padrefaus.org - pubblicato il 14/07/17

Beati i miti, perché erediteranno la terra

L’amore di Gesù si estendeva a tutti, lo amassero o lo odiassero. Aveva una pazienza infinita nei confronti dei peccatori, e nei momenti durissimi della Passione, come dice San Pietro, egli, “oltraggiato non rispondeva con oltraggi, e soffrendo non minacciava vendetta… Egli portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce, perché, non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia” (1 Pt 2, 23-24).

Il modo in cui soffriva senza lamentarsi lasciò Pilato a bocca aperta, perché non aveva mai visto tanta pace in mezzo a tanto orrore (cfr. Gv 19, 8-9).

“Imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita”, dice Gesù (Mt 11, 29).

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati

“Giustizia” significa santità, pienezza dell’amore nei confronti di Dio e del prossimo. Gesù desiderava la nostra santificazione e la nostra salvezza eterna più della sua stessa vita: “Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!” (Lc 12, 49-50).

E visto che ci vuole felici, ci chiede di aspirare a un amore grande, perché solo questo amore potrà saziare di gioia la nostra anima: “Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste” (Mt 5, 48).

La sete di giustizia portava San Paolo a esclamare, pieno di gioia: “Benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo. In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità” (Ef 1, 3-4).

Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia

Quando Gesù è stato criticato dai farisei perché aveva compassione dei peccatori e si avvicinava a loro, rispose: “Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori perché si convertano” (Lc 5, 31-32).

Dall’alto della croce pregava per i suoi aguzzini: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno” (Lc 23, 34). E a tutti noi ha chiesto di imparare con lui a perdonare e ad aiutare gli altri a uscire dal loro errore: “Rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori… Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe” (Mt 6, 12.14-15).

Una delle gioie cristiane più grandi è quella del perdono.




Leggi anche:
24 ore insieme a Gesù riscoprendo le Beatitudini

Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio

“Se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso” (Mt 6, 22-23).

L’“occhio” è l’intenzione con cui facciamo le cose e il modo pulito di affrontare le cose della vita e le nostre relazioni con gli altri. La purezza del cuore esclude la menzogna, l’inganno, l’egoismo interessato, la cupidigia carnale… “Chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore” (Mt 5, 28).

Nulla ostacola tanto il fatto di vedere e capire le cose di Dio come un cuore sporco. Dal cuore esce tutto, diceva Gesù (Mc 7, 21). Se il cuore è puro, l’anima diventa trasparente, e in essa Dio può essere visto come in uno specchio.

Questa è la gioia che sperimentava San Paolo quando scriveva ai Corinzi: “Questo infatti è il nostro vanto: la testimonianza della coscienza di esserci comportati nel mondo, e particolarmente verso di voi, con la santità e sincerità che vengono da Dio” (2 Cor 1, 12).

Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio

Il giorno in cui nacque San Giovanni Battista, suo padre, Zaccaria, profetizzò che quel suo figlio avrebbe preparato la via del Signore, di Gesù, che deve illuminare chi vaga nelle tenebre e nell’ombra della morte e dirigere i nostri passi sul cammino della vita (Lc 1, 76.79).

Gli angeli annunciarono la nascita di Gesù con un messaggio di pace: “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama” (Lc 2, 14); prima della Passione, Cristo si è congedato con una promessa di pace: “Non vi lascerò orfani… Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore” (Gv 14, 18.27).

Egli, che è stato “portatore di pace”, dichiara che saremo felici se cerchiamo di essere nel mondo “seminatori di pace e di allegria” (San Josemaría), ovvero se aiutiamo gli altri ad accogliere nell’anima la pace che deriva dalla lotta per vivere nella fede e nell’amore di Cristo.




Leggi anche:
Beati Voi. La catechesi di Padre Maurizio Botta “Beati gli afflitti”

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
allegriabeatitudinigioia cristiana

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni