Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Se Dio è immutabile, non prova gioia, tristezza o fastidio?

web-god-rust-s-edwards-cc

S Edwards / CC

Padre Henry Vargas Holguín - pubblicato il 13/07/17

Se Dio è puro spirito, come ha detto Gesù (cfr. Giovanni 4, 24), perché troviamo testi in cui a Dio vengono attribuiti sentimenti umani, come quando si dice che “il Signore si pentì di aver fatto l’uomo sulla terra e se ne addolorò in cuor suo” (Genesi 6, 6)?

Come sempre, bisogna intendere il tipo di linguaggio che viene usato per non distorcere ciò che volevano trasmettere gli autori biblici.

Quando la Sacra Scrittura dice che Dio si è pentito e addolorato, non si riferisce al fatto che Dio abbia voluto, ad esempio, annullare la sua creazione per ira o che il suo pentimento sia uguale a quello che sperimenta l’essere umano quando sbaglia o pecca, come se Dio si fosse sbagliato nei suoi propositi.

Dio non è un essere umano che può pentirsi. Quando la Bibbia usa questo linguaggio per parlare di Dio, quello che comunica è che Dio non ama il peccato dell’uomo e non sarà mai d’accordo con il peccato. Considerando questo contesto,si pul capire meglio cosa voglia comunicare un determinato testo biblico.

La Sacra Scrittura attribuisce a Dio alcune emozioni umane, elemento noto come antropopatia, e anche alcune qualità umane usando un linguaggio antropomorfo.

La Bibbia ci presenta Dio con elementi che ci sono familiari, utilizzando un linguaggio molto umano per comprendere, tra le nostre limitazioni umane, chi è Dio, non tanto per descrivere letteralmente come Egli sia nella sua natura divina.

Tutto quello che possiamo dire di Dio è un mero tentativo di avvicinarci alla Sua realtà, che ci trascende e che non riusciremo mai a cogliere con la nostra intelligenza, perché il nostro linguaggo e i nostri schemi mentali sono limitati.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
diosentimentiuomo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni