Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconFor Her
line break icon

Il dilagare della pornografia genera mostri

Shutterstock

Silvia Lucchetti - Aleteia Italia - pubblicato il 11/07/17

La trasmissione Victoria Derbyshire show, che ha rivelato questa tendenza, ha fornito i dati e invitato in studio la dottoressa Naomi Crouch, direttrice della Società di Pediatria e Ginecologia per adolescenti inglese, che ha espresso profondapreoccupazione per questa situazione.

«Le ragazze spesso dicono “la odio”, “non mi piace”, “vorrei non averla” e provare questo tipo di sentimento per una parte così intima del proprio corpo è molto doloroso». (Vanityfair.it 8 luglio 2017)

Alcuni esperti sottolineano che questa “dismorfofobia” sia causata dalla sovraesposizione di bambini e ragazzi a materiale pornografico ormai di facilissimo accesso (basta un cellulare con connessione ad internet), gratuito e consumabile in maniera anonima.

Forse non ci rendiamo conto di quanto la pornografia sia mortifera! Di quanto sia pervasiva e violenta! Soprattutto quando “inflitta” a bambini e giovanissimi! Il controllo dovrebbe essere maggiore, questi siti dovrebbero essere chiusi, i genitori dovrebbero sempre vigilare, bloccare sui tablet, pc e televisori di casa l’accesso ai portali pornografici. E anche se durante le altre attività della giornata i figli non sono sempre sotto il controllo familiare, bisognerebbe invitare la scuola ad una attenzione maggiore e così anche gli insegnanti di ginnastica, danza e calcio.




Leggi anche:
La pornografia: nuova prigione della liberazione sessuale

Spesso la prima esperienza con il porno non è ricercata dal singolo ma imposta da un amico, da un compagno di scuola e rappresenta un trauma. Come spiega la sessuologa belga Thérèse Hargot nel libro “Una gioventù sessualmente liberata (o quasi)” che sottolinea come per molti ragazzi l’incontro con il porno sia un’esperienza “inflitta da un altro, volontariamente o involontariamente. In questi casi sono immagini imposte a uno spirito che non ne formulava il desiderio. C’è una specie di stupro, uno stupro dell’immaginario”.

L’articolo di Vanity Fair prosegue con la testimonianza della dottoressa Paquita de Zulueta, ginecologa con oltre 30 anni di esperienza:

«Mi è capitato di incontrare bambine di 11, 12, 13 anni insoddisfatte della propria vulva. Pensano che sia della misura e forma sbagliata. A volte sembrano disgustate, vorrebbero che la loro vagina fosse invisibile come quella di Barbie».

Una vagina invisibile come quella di Barbie. Siamo alla follia!

Quale solitudine, quanta confusione e sessualità “avvelenata” anche dallo spavento di immagini distorte che possono indurre al rifiuto della propria femminilità, devono vivere bambine e ragazzine così giovani per arrivare a pronunciare frasi simili?


PAPA' FIGLIO PUGILATO

Leggi anche:
Un progetto per armare i nostri figli contro la pornografia

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
bambinichirurgia esteticapornografia

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni