Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

5 eventi scandalosi della vita di Sant’Agostino…

Sant Agostino di Ippona
Condividi

… che provano che non è mai troppo tardi per cambiare

Era un ladro

Quando aveva 16 anni, Agostino e i membri del suo gruppo rubarono tutte le pere dell’albero di un vicino e gettarono la frutta ai maiali. Può sembrare un crimine di poco conto, ma per lui era piuttosto grave. Visto che non mangiava pere e non aveva neanche fame, è stato un furto giusto per compierlo. In seguito scrisse che aver gettato le pere “ci diede ancor più piacere perché era proibito”. Per Agostino, era il primo assaggio del lato oscuro e l’inizio di un’escalation di vizi.

Era un donnaiolo

Da adolescente, Agostino cominciò ad essere ossessionato dalle ragazze. Come dice egli stesso, dai 16 anni “la frenesia si impadronì di me e mi arresi completamente alla lussuria”. Questa condizione crebbe con lui, e continuò a lottare per controllare il suo appetito sessuale fino ai 30 anni. Quando era uno studente universitario andò a vivere con una donna, e anche se il loro rapporto durò per una decina d’anni non si sposarono mai.

Ebbe un figlio al di fuori del matrimonio

La decisione di Agostino di non sposare la sua amante (di cui non ha mai rivelato il nome) è ancora più difficile da scusare quando rivela che lei divenne la madre di suo figlio, Adeodato. Agostino portò con sé il figlio e la madre quando la sua carriera lo portò a Roma, ma continuò a rifiutare il matrimonio. La sua amante alla fine compì la scelta difficile e lo lasciò. “Era più forte di me”, scrisse lui.

Ebbe un’altra amante

Lo shock di essere stato lasciato dalla madre di suo figlio fece sì che Agostino cercasse finalmente di mettere ordine nella sua confusa vita sentimentale, e quindi venne arrangiato il matrimonio con una ragazza. Il problema è che questa era così giovane che dovette aspettare due anni per arrivare all’età in cui potersi sposare. Nel frattempo Agostino perse la calma e si prese un’altra amante. Scrive che era “impaziente per il ritardo” e “schiavo della lussuria”. A quel punto era disperato, e capì che aveva perso la capacità di distinguere tra il desiderio fisico e il vero amore.

Spezzò il cuore alla madre

Tutte queste scelte di vita disastrose sono ancor peggiori quando consideriamo che non solo Agostino condusse una vita di grande dissolutezza, ma le sue azioni ferirono chi lo circondava, inclusa la madre Monica. È facile immaginare che le si sia spezzato il cuore e si sia chiesto dove aveva sbagliato per allevare un figlio così dissoluto. Incapace di controllarlo, lo pregò almeno di non sedurre donne sposate.

Nonostante tutti i suoi errori, Agostino alla fine superò i suoi vizi. Fece pace con la madre e finì per allevare suo figlio.

Quando leggiamo di santi come Agostino, potremmo essere tentati di cancellare i loro errori o di fingere che non abbiano mai fatto niente di sbagliato, ma non è vero. La vita di Sant’Agostino, e la sua onestà nell’ammettere tutto, offre un esempio incoraggiante del fatto che non importa quali siano stati i nostri errori in passato o i tratti della nostra personalità che non amiamo – non è mai troppo tardi per redimerci. Se lavoriamo sodo per andare avanti e affrontiamo onestamente la nostra storia, il passato non potrà sottrarci la felicità che il futuro ha in serbo per noi.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni