Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
home iconFor Her
line break icon

L'unica cosa che fanno i bravi genitori che danneggia i figli

Altor Granda - cc

María Verónica Degwitz - pubblicato il 07/07/17

La sfida è trovare quel punto d'equilibrio tra l'essere abbastanza vicini senza soffocare i propri figli ed essere sufficientemente lontani senza abbandonarli

I genitori iperprotettivi sono diventati un pilastro della genitorialità moderna: i bambini sono ormai il centro della vita familiare, e i genitori hanno perso l’equilibrio tra tempo ed energia da dedicare loro. L’aumento delle attività educative e atletiche ha portato i genitori a concentrarsi eccessivamente sugli impegni e sui successi dei figli. Potremmo pensare che una società centrata sui figli sia positiva a lungo termine, ma constatiamo con preoccupazione che stiamo allevando figli eccessivamente dipendenti dai loro genitori e mal preparati a una vita indipendente.


PADRE FIGLIO PINOCCHIO

Leggi anche:
Le 5 cose giuste che stai già facendo per tuo figlio

Raggiungere l’equilibrio nella genitorialità è difficile, ma può essere riassunto come il fatto di essere sufficientemente vicini senza soffocare ed essere sufficientemente lontani senza abbandonare. Uno degli aspetti importanti di cui dobbiamo tener conto per raggiungere questo equilibrio è la risoluzione dei problemi: ogni volta che facciamo per un bambino qualcosa che potrebbe fare da solo lo stiamo danneggiando. Ogni volta che lo “salviamo” un po’, svolgendo il compito che lui ha dimenticato, o ogni volta che rimuoviamo un ostacolo dal suo cammino gli stiamo rubando la capacità di crescere a livello di carattere, personalità e indipendenza. Il compito di un genitore è rendere i figli capaci di affrontare la vita, dando loro gli strumenti per poter lavorare e stando al loro fianco per rialzarli ogni volta che cadono. Ma se cerchiamo di evitare che cadano non saranno mai in grado di affrontare l’esperienza e di affrontare la soddisfazione di superarsi. L’altra faccia della medaglia è l’abbandono: i genitori che sono talmente preoccupati per la propria vita da convincersi che i figli non hanno bisogno di loro, che è bene che camminino da soli. Sono semplicemente genitori assenti.

  • 1
  • 2
Tags:
educazionefamigliaproblemi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni