Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La differenza che rende grandi i tuoi piccoli gesti

Shutterstock / Tatevosian Yana
Condividi

Vivere in unione con Gesù

Come sarà stato Gesù nell’intimità? Me lo immagino molto bene. Forse di notte, dopo una giornata piena di gente, avrà parlato con grande tenerezza. Come in quel giorno difficile in cui dopo essersi donato completamente e aver curato tante persone ha detto ai dodici apostoli che loro e Lui erano la stessa cosa:

“Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d’acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa” (Mt 10, 40-42).

È un miracolo. Chi accoglie uno di loro accoglie Gesù. Gesù li esorta, dice che sarà sempre con loro, che fanno parte di Lui. Che non sono soli. Che Egli è sempre accanto a loro. Non si sono mai separati da quando li ha scelti. Ha riscattato ciascuno dove si trovava, in mare, al banco degli esattori, in montagna, sotto un fico.

Quello che dice loro è davvero grande. Mi immagino il loro stupore e la loro gioia. Sono così uniti a Lui che la loro vita e la sua sono la stessa cosa. Loro sono Gesù. Si appartengono a vicenda e per sempre. Egli appartiene loro. Parlano in suo nome. Agiscono in suo nome.

Mi colpisce il fatto di pensare che Gesù è in me e agisce nello stesso modo nella mia vita. Mi commuove pensare che faccio tutto in suo nome. Quel mistero che rivivo in ogni sacramento mi aiuta a prendere coscienza dell’immenso mistero che accarezzano le mie mani. Mi ha sempre aiutato molto a vivere la mia vocazione.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.