Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 01 Dicembre |
Sant'Andrea
home iconStile di vita
line break icon

Come dire ai nostri figli che divorzieremo senza che soffrano tanto?

SpeedKingz

Luz Ivonne Ream - pubblicato il 05/07/17

Per quanto si possa pagare un professionista è inutile: nessuno eliminerà il dolore, potrà solo aiutare ad affrontarlo

Questo è solo dei tanti temi su cui mi consultano le persone. Non solo come coach professionale, ma anche in base alla mia esperienza personale rispondo dicendo quello che ho vissuto e il dolore che ho provocato nei miei figli quando ho preso questa decisione. Ho commesso l’errore di scegliere il divorzio come soluzione ai miei problemi matrimoniali e so di cosa parlo.

Grazie al fatto che Dio ha avuto pietà di me e mi ha dato la capacità di correggere la situazione, salvare il mio matrimonio e riscattare la mia famiglia, oggi so con certezza assoluta che ci sono altre soluzioni e che il divorzio, oltre a dividere, apre la porta a problemi molto più grandi.

Le persone mi chiedono come dire ai loro figli che divorzieranno perché suppongo che quello che vogliono è che la “grande notizia” faccia loro meno male possibile. Quale sarà il modo più appropriato e meno doloroso per dire ai figli: “Figlioli, faremo a pezzi la vostra vita emotiva. La vostra autostima crollerà. La sicurezza che provavate fino a poco tempo fa si trasformerà in paura. Vi strapperemo il cuore. Ci saranno giorni in un proverete un enorme desiderio di morire. Ah, ma non preoccupatevi, perché vi vogliamo ancora bene e saremo sempre lì per voi…”?

Vi sembra esagerato? È questo il messaggio tacito avvolto in una notizia così grave. È così che diciamo che li amiamo e agiamo in modo contrario smettendo di lottare per la cosa più preziosa che ci sia per loro, che è l’amore tra i loro genitori e la loro famiglia.

Come si fa a dire ai nostri figli che fino a ieri ci amavamo, che avevamo il matrimonio “ideale e perfetto”, e che da oggi questo non esiste più, è semplicemente terminato perché ci siamo stancati di lottare e abbiamo lasciato che il nostro amore morisse?

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
divorziodolorefamigliafigli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
LOURDES
Il Cattolico
Novena preparatoria all'Immacolata Concezione...
ANGEL
Philip Kosloski
A cosa assomigliano i nostri angeli custodi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni