Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La resistenza del Qatar

Condividi

Arabia Saudita ed Emirati pensavano che Doha avrebbe ceduto velocemente alle pressioni. Si sono sbagliati. La crisi sarà lunga

Resisterà il Qatar all’isolamento, all’embargo economico e politico impostogli da Arabia Saudita ed Emirati arabi? I potenti vicini accusano il piccolo emirato di sostenere gruppi terroristici e islamisti, di fare propaganda attraverso il suo canale satellitare al-Jazeera, e mal sopportano il suo diverso approccio alla politica estera della regione, soprattutto le sue relazioni con l’Iran sciita.

Le analisi della stampa internazionale e degli esperti sulla questione sembrano andare in direzioni diverse: “L’assedio del Qatar non sta funzionando”, titola l’Economist, facendo notare come “le privazioni” nel piccolo emirato siano “insignificanti”. A parte un breve periodo di mancanza di pollame e latte, gli scaffali dei supermercati sono tornati pieni, gran parte dell’esportazione di petrolio e gas continua indisturbata verso l’Asia e verso molte nazioni che non hanno imposto sanzioni, i mercati dopo il primo crollo iniziale si sono ripresi. Certo, ci vorrà tempo prima di abituarsi alle nuove rotte commerciali marittime, più lunghe e quindi costose. La compagnia aerea nazionale soffre della chiusura dello spazio aereo dei riottosi vicini, ma il Qatar resta il Paese con il maggior reddito pro capite al mondo, due volte quello della rivale Arabia Saudita. E su questo il senso dell’umorismo non manca: @dohaundersiege, un profilo Twitter nato immediatamente dopo l’inizio della crisi, prende in giro gli uomini d’affari stranieri che frequentano i grandi alberghi della capitale: “Emergenza, manca da giorni il cipollotto per fare le omelette al banco colazione del Four Season”, “Sta finendo il caviale”, “In corso evacuazione”, è scritto accanto a una fotografia di Porche e Ferrari in fila. Dall’altra parte, Bloomberg spiega invece come lo scontro del Golfo esponga la fragilità del Qatar.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni