Aleteia

Sposarsi è pericoloso! Provare (e guardare) per credere!

Condividi
Commenta

Sposarsi è pericoloso… rischioso… è lo sport estremo per eccellenza, un scelta per i più temerari! Altro che bungee jumping, downhill, parkour, no no… gli sposi cominciano un’avventura davvero adrenalinica, imprudente, molto più controcorrente, in cui ci si gioca tutto, (la vita!), e dove spesso si finisce con il muso a terra, spezzati e abbattuti.

Il matrimonio è un gioco paradossale che funziona solo se si perde, ci avete mai pensato? È un gioco a perdere, dove la vittoria vera arriva quando trionfa l’altro, che poi è l’Altro.

Cari coraggiosi e coraggiose, voi che avete girato il mondo, sfidato le onde, scalato montagne, che vi siete inflitti tatuaggi assurdi e piercing dolorosissimi, che avete fatto scuola guida a vostra sorella rischiando la pelle in più di qualche occasione, voi che avete assaggiato pietanze improbabili negli autogrill di mezza Europa, che avete insegnato a vostra nonna ad usare whatsapp, non sarete eroi veri finché non pronuncerete il vostro “Sì” a qualcuno, finché non giurerete amore eterno e non accoglierete come vostra sposa e vostro sposo una pazza che vi farà arrabbiare cinque minuti dopo le promesse, un esaltato che vi farà strillare appena arrivati al ristorante per il banchetto di nozze. E non serviranno a nulla i corsi sull’autocontrollo che avrete frequentato, i libri sulla gestione dello stress che avrete letto, i consigli della mamma che avrete mandato a memoria, i manuali di self-help, non servirà sputare fuori improperi e parolacce, iscriversi ad inverosimili corsi super rilassanti e ginnici. Solo di una cosa avrete bisogno, della grazia di Dio, ma quella non mancherà perché si riceve gratis con il sacramento del matrimonio e si può continuare a chiedere ogni giorno al Padre, il più temerario (e abbondante) di tutti!

Pagine: 1 2

Condividi
Commenta
Questa storia ha come tag:
matrimoniosposi
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni