Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 06 Dicembre |
San Nicola di Bari (da Mira)
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

11 cose che succedono quando ti confessi con più regolarità

CONFESSIONE

Catholic Link - pubblicato il 26/06/17

di Ruth Baker

In quanto cattolici, dobbiamo accostarci alla Confessione una volta all’anno, ma perché limitarci a questo? Sappiamo che la confessione può essere scoraggiante o difficile, e ci potrebbero essere molte ragioni per cui non se ne ha voglia. Ma la confessione regolare, che sia su base mensile, bisettimanale o settimanale, non deve incutere timore. Anzi, cambia la vita, dà la vita! Ecco 11 cose incredibili che accadono quando ci si confessa più spesso.

1. Conosci bene, e in modo sano, il tuo peccato

Confession

La confessione regolare ti aiuta a riconoscere i piccoli peccati, oltre a quelli grandi e drammatici. Ti permette di vedere dei modelli di comportamento, di identificare le debolezze ricorrenti. Ti fa individuare gli atteggiamenti, e non solo le azioni, che sono dannosi. La confessione regolare, invece di essere un pieno annuale con la grazia (che comunque incoraggiamo!), permette di scavare in profondità e di arrivare alla radice delle più solide abitudini peccaminose.




Leggi anche:
Sei un peccatore, sì. Lo siamo tutti. Ma lasciati guidare

2. Sei più compassionevole verso i difetti degli altri

Confession

 Quando sei consapevole di continuare a commettere sempre gli stessi peccati, accetterai di più gli errori degli altri. La persona fastidiosa in ufficio, il fratello con cui discuti sempre, lo studente che ti dà sui nervi… vengono tutti nuovamente umanizzati. Riconosci che tu hai i tuoi fallimenti, e loro hanno i propri. Come te, probabilmente anche loro hanno una miriade di ragioni, diverse e dolorose, del perché si comportano in un certo modo. Tu non sei meglio di loro. Loro non sono migliori di te.

3. Inizi a perdonare gli altri (soprattutto per le ferite profonde causate)

Confession

Non dico che questo accada immediatamente. Ho però notato che confessarmi con regolarità mi ha aiutato a perdonare chi mi ha causato ferite molto dolorose. Quando ci rendiamo conto che noi stessi prendiamo conforto e consolazione da Cristo sulla Croce, ci rendiamo anche conto che non siamo noi a decidere chi riceve la misericordia che deriva dal sacrificio di Gesù. Quando davvero amiamo Gesù, non desidereremmo mai che il Suo sacrificio sia inutile. Possiamo quindi perdonare quelli che odiamo, affidarli nelle Sue mani, e nel processo diventare noi stessi liberi.




Leggi anche:
Come si può perdonare senza continuare a odiare?

4. Si sperimenta più pienamente il ministero della Chiesa

Confession

Se possibile, è davvero una buona abitudine provare a cercare un buon sacerdote con cui confessarti regolarmente. In questo modo può conoscerti e, nel tempo, aiutarti a indentificare modelli di comportamento e atteggiamenti. L’abitudine della confessione regolare aiuta anche a sentirsi a proprio agio in una chiesa diversa, in cui magari ci si trova di passaggio, e in questo modo si può vivere l’esperienza con più sacerdoti. Ogni sacerdote è diverso, e sebbene il sacramento della confessione è assolutamente uguale ogni volta, il consiglio, l’intuizione e la penitenza saranno diversi a seconda della persona che hai davanti. Questo può essere davvero interessante ed utile! Sacerdoti diversi potranno individuare cose diverse, e assicurarti la misericordia di Dio in modi a cui non avevi mai pensato prima. Non temere una confessione improvvisata con un altro sacerdote!




Leggi anche:
10 cose da non fare per evitare che la Confessione non sia efficace

5. Comprendi meglio la misericordia di Dio

Confession

Lo scopo della confessione regolare non è rendere le persone meticolose. Piuttosto, confessandosi regolarmente e ripetendo sempre gli stessi peccati, si nota che la misericordia di Dio è sempre fresca, sempre nuova e sempre abbondante. Lui è sempre paziente con noi.

6. Diventi più paziente con te stesso

Confession

Un prete una volta mi ha detto: “Non preoccuparti di ripetere sempre gli stessi peccati, nella confessione; sii grata di non dover aggiungere nuovi peccati!” La confessione ci aiuta a capire quali sono le nostre mancanze, e che spesso, “se non avessimo commesso quei particolari peccati, ne avremmo comunque commessi di altri”. Conoscere i propri peccati è sempre una grazia. Quando li conosciamo, possiamo chiedere a Dio di trionfare su di loro. Dovremmo essere pazienti, sapendo che, al momento giusto, Dio sanerà le nostre ferite.




Leggi anche:
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore

7. Le profonde ferite personali cominciano a guarire, e gli atti di grazia abbondano

Confession

Dio onora sempre chi, con persistenza e pazienza, Gli offre i propri fallimenti e umilmente chiede aiuto. Confessarsi è come pulire e curare una ferita. La ferita non può guarire immediatamente, ma se non viene regolarmente pulita e curata non guarirà mai. Nel tempo, pulire e curare la ferita in modo regolare porterà alla sua guarigione. Per anni, ho menzionato la cattiva abitudine del bere quasi ogni volta che mi sono confessata. Non sapevo come risolvere la mia dipendenza, ma sapevo che avrei dovuto parlarne ogni volta. Alla fine ho ricevuto una grazia incredibile, e non ho più toccato alcol. La volta successiva che mi sono confessata ero sbalordita: non ho dovuto menzionare affatto quel peccato! Guardando indietro, ho visto come Dio aveva lavorato in me e attraverso di me, anche quando avevo disperatamente bisogno di essere guarita.

8. La tua relazione personale con Gesù cresce

Confession

Soltanto un peccatore ha bisogno di un salvatore. Più riconosciamo il nostro peccato, più ci rendiamo conto che abbiamo bisogno di un Salvatore; più abbiamo bisogno di un Salvatore, più personale diventa il nostro rapporto con Gesù. La confessione è un sacramento, esistono sono pochi modi per incontrare più personalmente Gesù che nella Confessione (e, naturalmente, nell’Eucaristia!). Cristo entra nella nostra anima, vede che stiamo soffrendo, riconosce la nostra umiltà e il nostro dolore, ci prende per mano, ci raccoglie, ci pulisce e poi ci mette nuovamente in piedi, “con dignità”.

9. Comprendi meglio il significato dell’Eucaristia

Confession

Più le nostre anime sono pure, maggiore sarà la chiarezza con cui vediamo. La confessione regolare significa essere in un migliore stato di grazia per ricevere l’Eucaristia. Ci porta ad accogliere Gesù nei nostri cuori con più amorevolezza, attenzione e riverenza, e a ricevere di più la Sua voce nella nostra vita. Conoscendo su base regolare la Sua misericordia, Lo amiamo di più e diventiamo più grati per l’Eucaristia che ci ha donato.




Leggi anche:
Con quale frequenza dovrei ricevere l’Eucaristia?

10. Inizi a cercare integrità in tutto ciò che fai (cioè, il punto non più solo “non peccare”)

Confession

Quando ci si impegna a confessarsi su base regolare, si iniziano a vedere le abitudini e gli atteggiamenti che portano al peccato. La luce penetra nei posti bui che si preferirebbe rimangano nascosti, ma poi si scopre che questo non è così spaventoso come sembra. Si inizia davvero a vivere la propria vita con integrità, in tutte le cose. La Confessione non riguarda semplicemente il “non peccare”. Il punto è vivere accanto a Gesù, affinché il Suo cuore diriga il nostro cuore. Affinché tutte le nostre azioni siano orientate verso di Lui. Troviamo la pace quando le nostre vite sono centrate su di Lui, non su di noi. Ciò non significa “pensare meno di noi stessi”, ma piuttosto “pensare di meno a noi, e di più a Lui”.

11. Vuoi confessarti di nuovo

Confession

Quando ci si accosta alla Confessione regolarmente, si nota se non ci si è confessati da un po’ di tempo. Forse senza grandi tragedie, ma si potrebbe iniziare a notare una sensazione di trascinamento, una pesantezza interiore, l’esigenza di mettere a posto le cose. Non è mai facile andare a confessarsi, spesso non è una prospettiva piacevole se non quando è finita, è difficile da fare. Ma la Confessione regolare rende più facile il processo. Significa che, quando si sa di aver fatto qualcosa di sbagliato, sarà più probabile andare tra le braccia amorevoli di un Padre che perdona. Questa abitudine toglie inoltre l’annuale paura di andare a confessarsi. Ci si rende conto di quanto sia preziosa la Confessione sacramentale, e che non si dovrebbe mai prenderla per scontata (come non dovremmo prendere per scontati neanche i nostri sacerdoti).




Leggi anche:
8 storie incoraggianti di confessione che ti ispireranno ad accostarti a questo sacramento

Se è passato molto tempo dall’ultima volta in cui ti sei accostato alla Confessione, ti incoraggiamo a farlo di nuovo. Forse è un po’ di tempo che ci pnsi, e hai solo bisogno di una piccola spinta nella giusta direzione. Beh, è un segno! Sappi che stiamo pregando per te.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
confessioneguarigione interioremisericordia di Diopeccato
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni