Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

11 cose che succedono quando ti confessi con più regolarità

CONFESSIONE
Condividi
di Ruth Baker

In quanto cattolici, dobbiamo accostarci alla Confessione una volta all’anno, ma perché limitarci a questo? Sappiamo che la confessione può essere scoraggiante o difficile, e ci potrebbero essere molte ragioni per cui non se ne ha voglia. Ma la confessione regolare, che sia su base mensile, bisettimanale o settimanale, non deve incutere timore. Anzi, cambia la vita, dà la vita! Ecco 11 cose incredibili che accadono quando ci si confessa più spesso.

1. Conosci bene, e in modo sano, il tuo peccato

Confession

La confessione regolare ti aiuta a riconoscere i piccoli peccati, oltre a quelli grandi e drammatici. Ti permette di vedere dei modelli di comportamento, di identificare le debolezze ricorrenti. Ti fa individuare gli atteggiamenti, e non solo le azioni, che sono dannosi. La confessione regolare, invece di essere un pieno annuale con la grazia (che comunque incoraggiamo!), permette di scavare in profondità e di arrivare alla radice delle più solide abitudini peccaminose.

2. Sei più compassionevole verso i difetti degli altri

Confession

 Quando sei consapevole di continuare a commettere sempre gli stessi peccati, accetterai di più gli errori degli altri. La persona fastidiosa in ufficio, il fratello con cui discuti sempre, lo studente che ti dà sui nervi… vengono tutti nuovamente umanizzati. Riconosci che tu hai i tuoi fallimenti, e loro hanno i propri. Come te, probabilmente anche loro hanno una miriade di ragioni, diverse e dolorose, del perché si comportano in un certo modo. Tu non sei meglio di loro. Loro non sono migliori di te.

3. Inizi a perdonare gli altri (soprattutto per le ferite profonde causate)

Confession

Non dico che questo accada immediatamente. Ho però notato che confessarmi con regolarità mi ha aiutato a perdonare chi mi ha causato ferite molto dolorose. Quando ci rendiamo conto che noi stessi prendiamo conforto e consolazione da Cristo sulla Croce, ci rendiamo anche conto che non siamo noi a decidere chi riceve la misericordia che deriva dal sacrificio di Gesù. Quando davvero amiamo Gesù, non desidereremmo mai che il Suo sacrificio sia inutile. Possiamo quindi perdonare quelli che odiamo, affidarli nelle Sue mani, e nel processo diventare noi stessi liberi.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni