Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 14 Maggio |
San Mattia
home iconChiesa
line break icon

Perché i sacerdoti indossano una casula a Messa? E cos’è una casula?

Fra Joseph Bailham O.P. | CC

Philip Kosloski - pubblicato il 21/06/17

La casula romana è andata fuori moda molto tempo fa, ma la Chiesa l'ha conservata nel tempo

Quando andiamo a Messa vediamo sempre il sacerdote indossare un indumento diverso da qualsiasi altro tra quelli dettati dalla moda di oggi. In genere ha qualche ornamento o simbolo, e ha anche diversi colori.

Che cos’è, e perché i sacerdoti lo indossano ancora?

Fin dai tempi antichi, ogni volta che un sacerdote celebrava il sacrificio della Messa indossava un indumento largo a mo’ di poncho chiamato casula a coprire i suoi abiti ordinari. Questo indumento deriva dall’abbigliamento ordinario di un agricoltore dell’epoca romana, che indossava un largo poncho per proteggersi dagli elementi atmosferici. È stato associato ai cristiani nel III secolo.

Con il tempo, la casula ha smesso di essere un capo d’abbigliamento ordinario, ma era ancora usato dai sacerdoti. Nell’VIII secolo la casula era riservata ai membri del clero e iniziò ad essere ornata in un modo che rifletteva la sua funzione sacra.




Leggi anche:
Perché i vescovi indossano paramenti così sontuosi?

All’inizio la casula era larga e ingombrante, e richiedeva l’aiuto di un assistente per raccogliere i molti strati per facilitare i movimenti del sacerdote. Nel corso del tempo è stata ridotta.

Il simbolismo della casula può essere rinvenuto nella preghiera tradizionale che il sacerdote recita prima di indossarla:

Domine, qui dixisti: Iugum meum suave est, et onus meum leve: fac, ut istud portare sic valeam, quod consequar tuam gratiam. AmenSignore, tu che hai detto “Il mio giogo è dolce e il mio carico leggero”, fa’ che io possa portarlo per meritare la tua grazia.

La casula è vista come il “giogo di Cristo” e ricorda al sacerdote che è un alter Christus nel sacrificio della Messa, e di “rivestire l’uomo nuovo, creato secondo Dio nella giustizia e nella vera santità” (Efesini 4, 24).

Oltre a questo, simboleggia la tunica senza cuciture indossata da Cristo quando venne portato alla crocifissione. Ciò accentua ulteriormente il legame tra il sacerdote, la Messa e il sacrificio di Gesù sulla croce. Un ornamento comune della casula è una grande croce sulla schiena o sul davanti per cementare il suo simbolismo. Il colore di questo indumento è coordinato al colore simbolico della stagione liturgica o della festa.




Leggi anche:
Perché il mio sacerdote si veste di rosa in questo periodo?

Per questi motivi, la Chiesa rimane fedele a questo antico indumento, ricordando al sacerdote (e al popolo) che la Messa non è un evento ordinario, ma un evento sacro e che non ha eguali sulla faccia della Terra.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
liturgia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni