Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconFor Her
line break icon

Dice che siccome non è nemmeno quello gay, allora l’amore puro non esiste

Shutterstock

Paola Belletti - Aleteia Italia - pubblicato il 21/06/17

Per la temporanea rubrica "sconsigli di lettura": Un adulterio, Edoardo Albinati, Rizzoli, 2017

Vi vorrei offrire due fugaci riflessioni intorno al romanzo appena pubblicato dello scrittore Edoardo Albinati, vincitore del Premio strega della scorsa edizione con La scuola cattolica, edito sempre per la Rizzoli.

Un adulterio, E.Albinati, Rizzoli, 2017.

Sì, la trama sta tutta lì. In quel tradimento, o meglio adulterio perché secondo l’autore il termine tradimento si addice di più alla patria o all’esercito che al marito o alla moglie,  cercato, voluto, consumato. Uh, che brivido. Uh, che sbigottimento. Davvero, siamo tutte turbate.

Sentite con quali domande ci viene stuzzicato l’appetito per le 128 pagine dell’ultimo romanzo di Albinati:

«Cosa ci attrae in una persona appena conosciuta? Perché quello che già abbiamo non ci basta? Che succede all’amore quando va tenuto nascosto?» (…) «Quello che stava accadendo poteva accadere solo a loro due insieme in quel momento: il dondolio della barca, il cielo muto, il blu insensato, la paura che li univa, quel torpore sottile e insistente sotto il quale l’eccitazione fisica era pronta a risvegliarsi di nuovo, e poi di nuovo e poi di nuovo»Leggi anche:Le due menzogne del nostro tempo che uccidono l’amore

La cosa più esotica sono i nomi dei due che, nonostante abbiano banalmente realizzato una scappatella erotica in un week end –anche questo, scusate, non vi mette una tristezza infinita?- riempiono le 130 pagine scarse di questa ultima fatica letteraria.

Di Erri e Clementina, in fuga da tutto e al tempo stesso prigionieri dell’isola, Albinati non racconta la storia per intero ma si limita a mostrarci alcune foto (…). È un racconto vibrante, sensuale, semplice e crudelmente sincero, anche se costruito su bugie, e le sue pagine esatte ed emozionanti si rivolgono a tutti noi: quelli a cui è capitato di vivere una relazione clandestina, quelli che serenamente la escludono o la rifuggono, quelli che in segreto la desiderano. Cosa ci attrae in una persona appena conosciuta? Perché quello che già abbiamo non ci basta? Che succede all’amore quando va tenuto nascosto?

Oh mio Dio, ancora? No davvero. Ancora c’è gente senza acne che si pone queste domande? Cosa ti attrae di una persona appena conosciuta? Perché un amore clandestino è così affascinate? La passione chiede di essere consumata e via banalizzando. Perché mai continuiamo ad alimentare simili immaginari? A surfare sull’onda spumosa dei sentimenti spontanei come un riflesso pavloviano? Davvero ci fa sentire liberati e liberi tutto questo?

Doveva esserci un segnale stradale inesatto quando, qualche decennio fa, si è imboccata con entusiasmo la scorciatoia della liberazione sessuale. Saremmo dovuti arrivare in fretta, là nelle terre senza convenzioni. Invece siamo qua, davanti al cancello di una casa qualunque, su una stradetta di ghiaia. Strada senza uscita. Occorre una conversione.

Sinceramente potevo aspettarmi di leggere queste cose nel retro di copertina di un tascabile comprato per sbaglio alla figlia tredicenne divoratrice di storie amorose tutte sguardi, dichiarazioni di amore eterno, e di mele, biscotti, gelati, carote, biscotti, grissini, biscotti (basta! Non li compro più!)- non c’è mai niente in questa casa, ho fame!

Invece no. Le ho lette sulla scheda del già vincitore del premio Strega, un autore con diverse primavere in più sulle spalle della figlia tratteggiata qualche riga fa. E con numerose altre pagine all’attivo.

Leggendo per intero l’intervista sull’Huffington post possiamo convincerci che invece sono domande sue e dei suoi potenziali, consenzienti lettori.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
matrimoniorecensione

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni