Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il vescovo che “si è sposato” con 150 donne

AUSTRALIA VESCOVO MOGLI
Condividi

Accadde nelle Isole Tiwi, sulla costa settentrionale dell’Australia

C’era un vescovo, nelle isole Tiwi, sulla costa settentrionale dell’Australia, che aveva “150 mogli”. Lui stesso ha sottolineato il fatto nella sua autobiografia, pubblicata quando è andato in pensione nel 1956. Religión en Libertad pubblica la sua storia, la vita di Francis Xavier Gsell: una storia di evangelizzazione, di lotta per la popolazione indigena e di lavoro con le donne più giovani dall’Isola.

Nelle Isole Tiwi il 90% degli abitanti è di etnia kiwi, con una cultura e una lingua aborigena. Nel 1922 accadde qualcosa che avrebbe cambiato il lavoro e la missione del vescovo, dopo molti anni. Una delle adolescenti che partecipava alla missione aveva denunciato che l’avrebbero consegnata a suo marito, un uomo più grande di lei.

“Gsell non poteva fare nulla, era la legge dell’Isola. La vide “andarsene in singhiozzo dall’uomo con cui avrebbe condiviso la vita. Una vita che, ne ero certo, sarebbe stata meno gioiosa di quella di una bestia qualunque”. Ma cinque giorni dopo la ragazza tornò sanguinando, con una ferita da lancia alla gamba. Era fuggita e aveva detto di non pensare minimamente di lasciare la missione”, spiega Religión en Libertad.

Il “marito” e i parenti, infuriati, andarono a vedere il vescovo. Il vescovo offrì loro una serie di regali: tabacco, uno specchio, carne, barattoli di melassa… ma c’era una condizione: “che avesserro lasciato stare la ragazza. Le trattative durarono diverse ore, ma alla fine trovammo un accordo”.

© Commonwealth of Australia (National Archives of Australia) 2017

Questo episodio fece scorgere a Francis Xavier Gsell una possibilità. A poco a poco “comprò” la libertà delle ragazze, per un totale di 150 che la legge tribale considerava sue mogli. Pagava la dote e le rendeva partecipi nella missione. Lì impararono a leggere e scrivere, iniziarono un mestiere e, infine, formarono la propria famiglia.

La storia e la vita di Francis Xavier Gsell è piena di avventure e di originali metodi di evangelizzazione. Qui potete leggere la storia completa.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni