Aleteia

La reliquia di san Giovanni Bosco ritrovata

Philippe Lissac / AFP
Condividi
Commenta

Presto tornerà esposto alla venerazione dei fedeli il reliquiario sottratto a fini di lucro da un quarantenne del torinese

La reliquia di san Giovanni Bosco, trafugata nella notte tra il 2 e il 3 giugno 2017 nella basilica salesiana di Castelnuovo d’Asti (Piemonte), è stata ritrovata – ha annunciato il 15 giugno il quotidiano La Stampa.

L’oggetto, che si presentava come una fiala contenente un brano di cervello del santo, è stato recuperato dai carabinieri del torinese presso una persona già conosciuta dai servizi di polizia.

Gli inquirenti hanno formulato l’ipotesi che l’uomo (sulla quarantina) avrebbe progettato di rivendere il reliquiario, credendo che contenesse dell’oro. I poliziotti hanno altresì ritrovato delle scarpe corrispondenti alle impronte lasciate all’interno della basilica.

Una storia che finisce bene

All’annuncio della sparizione della reliquia, l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, aveva confidato di essere sotto choc per l’atto, dal quale egli saggiava una «profonda miseria morale». Egli aveva allora vanamente formulato un appello al ladro a «restituire immediatamente e senza condizioni la reliquia».

L’oggetto riprenderà presto il suo posto dopo l’archiviazione del caso. I fedeli e i devoti del santo patrono degli editori, dei prestigiatori e degli apprendisti, potranno allora domandare nuovamente la sua intercessione.

San Giovanni Bosco (1815-1888) ha dedicato la sua vita all’educazione di ragazzini provenienti da ambienti disagiati. Segnato dalla spiritualità di san Francesco di Sales, Giovanni Bosco ha quindi inventato un’educazione fondata sulla dolcezza, sulla fiducia e sull’amorevolezza.

Per i suoi ragazzi ha fondato l’Oratorio, l’opera che sarà all’origine della congregazione sacerdotale salesiana. Per le ragazze, egli fondò la congregazione di Maria Ausiliatrice. Don Bosco morì, allo stremo delle forze, senza comprendere le ragioni dell’ostilità del proprio vescovo nei suoi confronti – ma circondato dai suoi discepoli.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni