Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Vangeli apocrifi: la Chiesa ha nascosto gli insegnamenti di Gesù?

© freebibleimages

Miguel Pastorino - pubblicato il 15/06/17

I quattro Vangeli canonici, che sono regola di fede per i cristiani e vengono considerati ispirati, sono stati scritti nella seconda metà del I secolo. Appartengono alle comunità cristiane dei primi testimoni, hanno un’origine apostolica ed erano usati in modo generalizzato nei primi secoli dell’era cristiana.

Non sono stati cambiati né corretti, e lo sappiamo perché disponiamo di una gran quantità di copie e traduzioni realizzate nell’antichità.




Leggi anche:
Apocrifi, i vangeli dell’ombra

Si possiedono anche scritti di autori dei primi secoli che citano e commentano questi testi, il che ci permette di paragonare e verificare la fedeltà nella trasmissione fino ai giorni nostri. Non sarebbe possibile occultare qualcosa che è stato reso noto fin dall’inizio.

Il criterio di canonicità, inoltre, non era il capriccio di un’élite, ma il serio riconoscimento dell’origine di questo o quel Vangelo come direttamente e realmente collegato a un apostolo o a un discepolo di questi, accreditato a sua volta dalle altre comunità cristiane che servivano da referenti perché collegate anch’esse a un’origine apostolica.

Nel Concilio di Trento (XVI secolo) venne definito dogmaticamente il canone attuale della Bibbia, ma già dal IV secolo ci sono elenchi completi dei libri canonici (Concilio di Cartagine, 397), e il Decreto Gelasiano del Sinodo di Roma (383) è il primo documento romano autorizzato con la lista completa del canone.

Già alla fine del II secolo, Ireneo di Lione difese la canonicità dei quattro Vangeli canonici di fronte alle sette gnostiche.

Agli inizi della Chiesa, quindi, i quattro Vangeli canonici e le lettere di San Paolo erano considerati autenticamente ispirati e con autorità apostolica.

Dall’altro lato, all’epoca del Canone Muratoriano – risalente circa al 190 d.C. – il riconoscimento dei quattro Vangeli come canonici e l’esclusione dei testi gnostici era un processo già sostanzialmente completo.

Nel XVI secolo la Riforma protestante, in un auspicato ritorno alle fonti, accettò il canone della Bibbia ebraica, che non contiene alcuni libri inclusi nella traduzione greca dei Settanta (LXX), usata nella comunità apostolica primitiva.

Anche se la Bibbia cattolica include 7 libri in più dell’Antico Testamento rispetto ai protestanti, per quanto riguarda il Nuovo Testamento tutte le tradizioni cristiane hanno mantenuto i 27 libri canonici che conosciamo oggi.

Chiaramente i testi gnostici, non essendo cristiani, non hanno mai fatto parte della lista dei libri rivelati e autentici dei cristiani di tutti i tempi.

I Vangeli gnostici

Esistono altri testi, scritti tra la fine del II secolo e gli inizi del V, che si sono autodefiniti “Vangeli” e hanno per autori membri di diverse sette gnostiche dell’antichità e di altri gruppi pseudocristiani, autori che appaiono con il nome di apostoli o di personaggi evangelici – anche se senza un legame storico con questi –, come Tommaso, Pietro, Maria Maddalena, Giacomo, Filippo, Andrea, Giuda, Barnaba…

Usavano il nome di un apostolo per dare più autorità a questi testi tardivi, e non avevano alcun rapporto con le comunità apostoliche. Ciò vuol dire che il vero autore di un determinato apocrifo sceglieva di figurare con il nome di un apostolo in realtà vissuto secoli prima.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
gnosticismovangelivangeli apocrifi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni