Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconSpiritualità
line break icon

Adorazione, devozione e venerazione: c’è una differenza?

© Antoine Mekary / ALETEIA

Canção Nova - pubblicato il 15/06/17

Il Catechismo della Chiesa Cattolica ci insegna che “adorare Dio è riconoscerlo come Dio, come Creatore e Salvatore, Signore e Padrone di tutto ciò che esiste, Amore infinito e misericordioso” (3).

Adorare Dio è riconoscere, rispetto alla sottomissione assoluta, il nostro niente, che esistiamo solo per Dio. Adorare Dio e lodarlo, esaltarlo e umiliarci alla sua presenza, confessando con gratitudine che Egli ha compiuto grandi cose in noi e che il suo nome è santo, come ha fatto la Vergine Maria nel Magnificat (cfr. Lc 1, 46-49). Oltre a questo, l’adorazione del Dio unico ci libera dal chiuderci in noi stessi, dalla schiavitù del peccato e dall’idolatria del mondo (4).

Vediamo così che ogni vera devozione ha come fine ultimo Dio. Se è così, la devozione di venerazione, prestata agli angeli e i santi, ha valore solo se ci fa crescere nella fede, nella speranza e nella carità, se ci porta ad amare Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutto lo spirito (cfr. Mt 22, 37; Dt 6, 5) e il prossimo come noi stessi (cfr. Mt 22, 39; Lv 19, 18). Nella venerazione degli angeli e dei santi glorifichiamo Dio, che è il fine ultimo non solo della nostra devozione, ma anche di tutta la nostra esistenza. In questo modo comprenderemo che la devozione di adorazione si differenzia dalla venerazione solo nella forma in cui prestiamo il nostro culto a Dio: nell’adorazione prestiamo culto a Dio in sé, nella venerazione sempre a Lui ma nelle sue creature. Capiamo così che non c’è alcuna contraddizione tra il comandamento divino “Il Signore, Dio tuo, adorerai : a lui solo renderai culto” (Lc 4,8, cfr. Dt 6, 13) e la devozione cattolica di venerazione nei confronti di angeli e santi.

Riferimenti:
1 San Tommaso d’Aquino, ST II-II, Q 82, A 1.
2 Papa Giovanni Paolo II, Catechismo della Chiesa Cattolica, 2132.
3 Idem, 2096.
4 Idem, 2096.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
adorazionevenerazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni