Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconSpiritualità
line break icon

Le 3 sofferenze dell’inferno

Giovanni da Modena | Wikipedia

Aliénor Gamerdinger - pubblicato il 14/06/17

La tradizione e la teologia cattoliche permettono di identificare tre caratteristiche principali della Geenna

Vuoto

L’essere umano è fatto per l’infinito. A immagine del suo Creatore, l’essere umano ha bisogno di amare e di essere amato – è una necessità universale e illimitata. L’inferno, tuttavia, è vuoto d’amore, di ogni bene, di tutte le cose belle e interessanti.

Come una persona che si asfissia con un sacchetto sulla testa, l’anima all’inferno affoga cercando il bene. È un panico eterno. Come una persona affamata, ossessionata dal cibo, l’anima all’inferno impazzisce. L’anima si spacca e si frammenta, sa che è fatta per il bene infinito, ma è ancorata all’odio eterno.

Rimorso

“Il tarlo che rode e non muore mai” è un’immagine che viene utilizzata spesso nella tradizione cattolica per illustrare i rimorsi dell’anima all’inferno.

C’è il ricordo dei peccati, ma anche quello del sacrificio di Gesù, così immenso ma che l’anima all’inferno avrà reso inutile. E poi tutti gli appelli di Dio, tutte le grazie che ci ha mandato nel corso della nostra vita e di cui non abbiamo saputo approfittare, che abbiamo rifiutato, alle quali abbiamo anteposto “tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano” (Mt 6, 19).

Eternità

L’eternità è stata creata per il cielo, per garantire il riposo delle anime, ma questo concetto si applica anche all’inferno: “La tromba della giustizia divina risuona eternamente all’inferno; fa suonare queste terribili parole ai condannati: sempre, sempre, mai, mai”, dice Sant’Alfonso Maria de’ Liguori ne “Il cammino della salvezza”.

Temiamo, quindi, l’inferno per noi e per gli altri, e come Santa Caterina da Siena preghiamo per loro riponendo la nostra fiducia nella Divina Misericordia: “Come potrei sopportare, o Signore, che uno solo di quelli che hai creato a tua immagine e somiglianza si perda e sfugga dalle tue mani? No, per nessuna ragione io voglio che uno solo dei miei fratelli si perda, uno solo di quelli che sono uniti a me attraverso una stessa nascita”.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
inferno

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni