Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconFor Her
line break icon

Tutto quello che vorreste chiedere al vostro pediatra sull’allattamento al seno

Shutterstock

Paola Belletti - Aleteia Italia - pubblicato il 13/06/17

R- C’è un movimento in atto nel rispetto della mamma che allatta in pubblico. Cosa ci può essere di scandaloso ed erotico? È un’ipocrisia inutile!

Quando uno stato costringe una donna a rientrare subito al lavoro, quando le condizioni per le neomamme sono così ostili, lo stato sta causando future patologie a quel bambino là!  Ai suoi cittadini. E saranno costi reali sul sistema sanitario!

 Andammo persino alla commissione alla sanità alla Camera … Chiedevamo fra le altre cose un anno di congedo straordinario! Lo scriva! La nostra, quella italiana, è una società contro l’allattamento, contro la nascita, contro le mamme e contro i bambini! Poi si lamentano che le mamme non fanno figli in Italia! I paesi del nord Europa hanno un approccio molto più umano; la differenza la fa sempre un diverso approccio culturale. Alle bambine spiegano che cos’è la gravidanza.

D- E La donazione del latte materno? È importante?

R- Fanno freezer pieni di latte, che dura fino a 5 mesi. Dopo 4 mesi e mezzo tutto quello rimasto viene portato nei reparti dove sono ricoverati i bimbi prematuri. E così ne salvano! Per i bimbi nati prematuramente il latte umano, anche di un’altra mamma, è una vera e propria terapia.

D- Resistono miti, delle leggende nere o delle usanze buffe sull’allattamento?

A questo punto il dottore ride e  racconta la cosa più fresca, anzi non propriamente fresca, ma recente che gli venga in mente:

Una puerpera aveva la febbre da giorni. E perché mai? La suocera la obbligava a bere brodo bollente di pollo tutti i giorni perché a suo dire avrebbe fatto buon latte. Invece faceva caldo, quello sì!

Anche la storia della birra… No, non bevete litri di birra. Bevete acqua. E se avete fame mangiate. Senza esagerare. Se bevete troppo dovrete andare continuamente a fare pipì, se mangerete troppo i vostri jeans preferiti dovranno aspettare ancora di più nell’armadio.

D- Ci sono alimenti out?

R- Le spezie! Alterano il sapore del latte e il bimbo lo rifiuta! La dieta mediterranea è sempre la migliore. 

D- Ci sono posizioni che aiutano a ridurre rigurgiti e reflusso?

R- Se il bimbo si attacca bene non ingurgita aria. E poi mettetelo a dormire sempre sollevato. Si riducono molti fattori di rischio, che incido sulla morte in culla.

D- Cosa possiamo consigliare alle donne incinte per preparasi al meglio? Quale consiglio possiamo diffondere dalle nostre pagine?

R– Un consiglio che do a tutte è di seguire i corsi, di  prepararsi psicologicamente. E di godersela! È un fatto bellissimo, la gravidanza, la nascita e poi l’allattamento; e come tale deve entrare nel ritmo della nostra vita. Basta organizzarsi.

D- E ai papà cosa facciamo fare?

R- Quello che dicevamo prima. Sa cosa possono fare i papà in questa fase? Si alzano qualche volta loro la notte, scaldano il latte che la mamma si è tolta col tiralatte e lo danno loro al bambino. Così la mamma si riposa un po’. No, non si può surrogare la mamma col papà.  All’inizio il bimbo deve stare con mamma. Il papà arriva dopo.

D- E alle mamme che proprio non possono allattare al seno che facciamo? Le lasciamo nella disperazione?

Ve lo devo confessare, questa domanda mi è sfuggita, non gliel’ho fatta! Però vi ho cercato un utilissimo video dove il Dottore risponde a numerose domande di tante mamme e qualche papà. Quando si tratta di abbandonare la lattazione materna approva l’introduzione del latte di capra. Prendiamolo come buon consiglio e una piccola consolazione per chi proprio non riesce per cause di forza maggiore ad allattare al seno.

Allora in sintesi diciamo questo: cercate di vivere bene la gravidanza, frequentate i corsi pre parto, scegliete un ospedale dove vi possano seguire bene, trovate anche qualcuno sul territorio che vi sostenga una volta a casa (alla clinica Santa Famiglia propongono le dimissioni protette e hanno attivato l’ambulatorio per l’allattamento) e tenetevi qualche capretta nei paraggi!

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
libertàmaternitàsalute

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni