Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconNews
line break icon

Vescovo attaccato dalla lobby gay: “Non smetterò di insegnare la dottrina cattolica”

Dom Xavier Novell -Captura de vídeo

ACI Digital - pubblicato il 09/06/17

Tolleranza? Il vescovo è stato costretto a uscire dalla chiesa scortato dalla polizia a causa dell'aggressività dei manifestanti

Il vescovo di Solsona (Spagna), monsignor Xavier Novell, vittima di insulti e proteste da parte della lobby gay, ha assicurato che continuerà “a presentare senza paura la visione cristiana della persona”.

“Non vedo nulla da correggere, né le minacce politiche mi hanno spaventato”, ha affermato monsignor Novell in una nota pubblicata sul sito della diocesi di Solsona.

Il presule spagnolo è stato il bersaglio di una protesta violenta del gruppo LGTBI (lesbiche, gay, transessuali, bisessuali e intersessuali) uscendo dalla parrocchia di Santa Maria del Alba il 28 maggio. Il vescovo ha dovuto uscire dal tempio scortato dalla polizia per via dell’aggressività dei manifestanti.

La lobby gay ha risposto così a un estratto del messaggio del 21 maggio di monsignor Novell, nel quale il vescovo si chiedeva “se il fenomeno crescente della confusione nell’orientamento sessuale di molti adolescenti non si debba al fatto che nella cultura occidentale la figura del padre è simbolicamente assente, deviata, evanescente, e anche la mascolinità sarebbe messa in discussione”.

Monsignor Novell ha ricevuto anche le critiche di attivisti e politici che sostengono l’ideologia di genere.

La prefettura di Solsona ha pubblicato su Twitter un messaggio esprimendo il suo “rifiuto nei confronti delle infelici esternazioni del vescovo Xavier Novell”, ha ribadito il suo “totale sostegno alle famiglie monogenitoriali e al gruppo LGTBI” e ha lamentato che “Solsona venga associata a una tale opinione retrograda”.

Nel suo comunicato recente, monsignor Novell ha espresso il suo dispiacere “se qualcuno si è sentito ferito o incolpato dalle mie parole e dall’insistenza di alcuni a considerare il mio silenzio pregiudizievole per la convivenza sociale e per la Chiesa”.

  • 1
  • 2
Tags:
lobby gay
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni