Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Attenzione al breadcrumbing: forse ne siete vittime (o praticanti!)

Condividi

Questa forma di manipolazione è molto frequente non solo in campo sentimentale, ma anche professionale

Un altro termine della lingua inglese inizia ad essere popolare anche nella nostra: breadcrumbing.

La traduzione è qualcosa del tipo “spargere briciole di pane”. Il termine breadcrumbs (“briciole di pane”) era già usato nel gergo cibernetico in riferimento alla struttura di navigazione sui siti Internet, ma il senso dell’espressione breadcrumbing è diverso, indicando la pratica di spargere “segnali di interesse” per un’altra persona ma senza aver alcuna intenzione di costruire un rapporto serio con lei.

Gli adepti del breadcrumbing sono quelle persone che ad esempio mandano messaggi riservati o mettono “Mi piace” ai post di qualcuno sulle reti sociali come se stessero suggerendo un interesse speciale che va al di là dell’amicizia, ma senza mai passare per un rapporto amoroso reale. Si insinua un interesse, ma non si concretizza.

La persona che riceve i presunti “segnali di interesse” alimenta aspettative solo per poi vedersi frustrata – per non parlare del fatto che perde opportunità di rapporti seri perché è legata all’attesa inutile di un passo concreto da parte dello “spargitore di briciole”.

Creative Commons

Cosa porta tanta gente a praticare il breadcrumbing?

Le motivazioni possono essere diverse: dalla semplice immaturità, insicurezza e indecisione al desiderio cosciente di mantenere il controllo su un’altra persona, alimentando così il proprio ego. In ogni caso, il breadcrumbing è un gioco inconcludente e irresponsabile di apparenze, manipolazione e inganno colpevole, perché influisce su un essere umano che viene indotto ad alimentare speranze illusorie, e questa illusione potrà, nei casi più seri, provocare grandi sofferenze.

Manipolazione anche in ambito professionale

Al di là delle illusioni sentimentali, il breadcrumbing sta diventando una piaga anche nel contesto professionale. Ci sono persone che si mostrano interessate al lavoro di qualcuno e iniziano a richiedere informazioni, dettagli, esempi, periodi di prova senza impegno, nomi e casi di clienti, budget, proposte…, ma senza alcuna intenzione di concretizzare un vero rapporto professionale. Sono vampiri che succhiano quello che possono e poi svaniscono.

Si tratta di un modo corrotto di indurre i professionisti a condividere le proprie conoscenze e capacità senza remunerarli. I professionisti sono solo portati a perdere tempo e a cedere risorse preziose per via di un interesse apparente che in molti casi era ingannevole in modo premeditato.

Come le vittime del “breadcrumbing amoroso”, anche quelle del “breadcrumbing professionale” devono imparare a riconoscere questa pratica e a reagire rapidamente, imponendo limiti ed esigendo un impegno effettivo da parte del presunto interessato.

Il breadcrumbing è una forma di abuso estremamente comune, ma che finora non aveva ancora un “nome”, e in molti casi non era nemmeno percepita da buona parte delle vittime come un abuso e una manipolazione. È il tipo di pratica pregiudizievole che può essere combattuta solo attraverso la presa di coscienza e il cambiamento culturale.

Come ha insegnato Gesù, “Sia il vostro parlare sì, sì; no, no”. È una regola di base del gioco pulito.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni