Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le 6 cose da non fare mai con tuo marito

Condividi

Breve lista semiseria per sopravvivere come coppia al logorio della vita post moderna

Essere una coppia affiatata e felice è frutto di lavoro e impegno, non serviva un altro articolo per confermarcelo.

Ma, senza esagerare con le regole e gli stratagemmi, possiamo provare a  concentrarci su alcune cose da evitare e altre da rendere abituali per favorire una buona qualità della relazione tra marito e moglie. Ed evitare il grottesco!

Siamo così sicure che le cose importanti siano il rispetto, l’amicizia profonda, la stima e la verità dell’amore che nutriamo per il nostro coniuge che ci piace vederle affiorare fino in superficie.

In ogni rapporto esiste una tensione tra due poli opposti verso i quali siamo alternativamente attratti, secondo intensità a seconda delle fasi di vita di un rapporto e di differenze personali. Cerchiamo l’intimità e la fusione, da una parte, per soddisfare certi bisogni, e l’autonomia, l’individuazione dall’altra per continuare a percepirci come unici e irriducibili. La psicologia fa riferimento a questa polarizzazione e spesso nelle terapie di coppia interviene proprio a regolare le dinamiche ad essa correlate.

Ma anche chi non ha sofferenze specifiche o dinamiche disfunzionali cronicizzate e fonte di disagio significativo può sempre cercare di orientare verso il meglio la propria vita di coppia.

L’altra polarizzazione fondamentale di cui tenere conto è proprio quella primitiva tra uomo e donna, tra maschile e femminile. Possiamo serenamente partire dalla constatazione pacifica che siamo fatti (da chi?) diversamente. E che questo è fonte di bellezza, divertimento, ricchezza e sì, anche di qualche conflitto.

Alcuni dei nostri conflitti sono da imputarsi proprio alla dimenticanza di questo dato: non ci ricordiamo che l’altro è diverso. Non del tutto inaccessibile né escluso dalla nostra comprensione ma differente, in qualche modo irriducibile a noi.

Fatte queste premesse possiamo partire con la lista delle cose da non fare, almeno non troppo spesso, col marito? Allora via!

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni