Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 11 Maggio |
home iconStorie
line break icon

Povia: ho sentito le carezze al profumo di rosa di Padre Pio

GIUSEPPE POVIA

Facebook/Giuseppe Povia

Silvia Lucchetti - Aleteia - pubblicato il 30/05/17

«IO SONO SEMPRE STATO VICINO ALLA FEDE»

Con estrema semplicità e naturalezza, scevro completamente da quella puzza sotto il naso che hanno i personaggi famosi, il cantante, vincitore nel 2006 della 56° Edizione del Festival di Sanremo con la canzone “Vorrei avere il becco”, mi ha risposto:

«Io sono sempre stato vicino alla fede».

TOTTI E IL BRANO PREFERITO DI SANREMO: “PICCIONE”

Piccolo inciso: Francesco Totti, il campione che l’Italia sta ancora festeggiando e che ha emozionato tutti in questi giorni, super ospite dell’ultima edizione della kermesse canora ha risposto, alla domanda di Carlo Conti su quale fosse il suo brano preferito di Sanremo, riferendosi scherzosamente all’edizione vinta da Povia, “Piccione”. Sì, ha detto proprio così con il suo tipico accento romano, suscitando l’assoluta sorpresa del presentatore impreparato a dar seguito alla risposta con il riascolto del brano.

Ma la carriera di Giuseppe Povia comincia prima del trionfo al Festival. Infatti nel 2003 vince la XIV edizione del Premio Città di Recanati (oggi Premio Musicultura) con il brano “Mia sorella” (canzone che tocca il tema dell’anoressia e della bulimia) riceve complimenti ed elogi da parte di Alda Merini, Fernanda Pivano e Dacia Maraini.

Nel 2005 partecipa, fuori concorso, al Festival di Sanremo con la canzone “I bambini fanno ooh…”, chi può dire di non averla cantata? Ascoltata e riascoltata, di non essersi addormentato con il motivetto nelle orecchie?

E dopo il primo posto del 2006, nel 2009 arriva secondo con la bellissima canzone “Luca era gay” che si aggiudica anche il Premio Sala Stampa Radio Tv. Forse i problemi cominciano a nascere proprio da lì, (chissà come mai!!!), ma torniamo all’intervista e viva la libertà! Chissenefrega del pensiero unico!

LA FEDE TRASMESSA DALLA FAMIGLIA E POI L’ALLONTAMENTO… LA DEPRESSIONE E LE DIPENDENZE

«Io sono sempre stato vicino alla fede. Quando ero piccolino andavo in chiesa, mia mamma mi portava con lei e se non andavo a messa non potevo giocare a pallone. Allora prima messa e poi partita di calcio. Con il tempo crescendo, dopo il catechismo, mi sono allontanato, forse anche perché ascoltavo ma non capivo davvero. Verso i 24 anni ho cominciato a stare male, una grande depressione. Soffrivo di attacchi di panico, un’ansia terribile, ho avuto problemi di dipendenza e abuso di droga e alcol, e sono stato un anno e mezzo in una comunità di recupero facendo anche un cammino spirituale».




Leggi anche:
Depressione maschile: come riconoscere il male nell’uomo?

Registro con il cellulare per non distrarmi e concedergli tutta la mia attenzione. Il concerto sta per iniziare ma Giuseppe Povia mi parla con tutta la tranquillità del mondo. Da dietro al palco cominciano a chiamarlo ma lui sorride e resta concentrato a raccontarmi. Ad un certo punto mi confida:

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
fedesan pio da pietrelcina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
ROSES, TERESA LISIEUX
Annalisa Teggi
Novena delle rose, 5 storie di chi ha ricevuto una carezza da San...
7
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni