Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 22 Giugno |
Paolino di Nola
home iconChiesa
line break icon

Le processioni hanno un fondamento biblico?

PROCESSIONE IDOLATRIA BIBBIA

P.M Wysocki (Lumière du Monde)

Aleteia - pubblicato il 23/05/17

C'è chi accusa i cattolici di commettere idolatria per via delle processioni

Sì, le processioni hanno un fondamento biblico. In primo luogo, però, vorrei spiegare il significato della parola “processione”. Il termine deriva dal verbo latino “procedere” e dal sostantivo “processio”, che significano marciare, camminare, andare avanti, uscita solenne, corteo religioso…

Le processioni hanno origine nella Sacra Scrittura. Il cammino è un elemento molto importante nella storia della salvezza. Nel libro dell’Esodo troviamo il popolo che cammina verso la terra Promessa. Ecco la descrizione dell’Arca dell’Alleanza realizzata da Dio stesso:

“Faranno (i figli di Israele) dunque un’arca di legno di acacia” (Esodo 25, 10) e (tu, Mosè) “la rivestirai d’oro puro: dentro e fuori la rivestirai” (25, 11); “farai il coperchio, o propiziatorio, d’oro puro” (25, 17) e “due cherubini d’oro” (25, 18); “fà un cherubino ad una estremità e un cherubino all’altra estremità” (25, 19)…

Il popolo ebraico rispettò religiosamente l’ordine del Signore, e quando fu tutto concluso portò l’Arca in processione, in un percorso di speranza, lode e liberazione, alla presenza di Dio.

Anche il libro dei Numeri ci mostra le norme stabilite da Dio per il popolo in cammino:

“Tutte le volte che la nube si alzava sopra la tenda, gli Israeliti si mettevano in cammino; dove la nuvola si fermava, in quel luogo gli Israeliti si accampavano. Gli Israeliti si mettevano in cammino per ordine del Signore e per ordine del Signore si accampavano” (9, 17-18).

Sarà idolatria ordinata da Dio stesso?

Facciamo un salto nel tempo e nella storia e arriviamo al Nuovo Testamento. Qui vorrei sottolineare l’ingresso solenne di Gesù a Gerusalemme. È scritto:

“La folla che andava innanzi e quella che veniva dietro, gridava: Osanna al figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna nel più alto dei cieli!” (Mt 21,9).

Abbiamo ricordato questa scena non molte settimane fa in occasione della Settimana Santa, precisamente la Domenica delle Palme.

Le processioni dei cristiani sono cominciate all’inizio del IV secolo, subito dopo la dichiarazione di libertà religiosa concessa dall’imperatore Costantino. Oggi vengono realizzate in vari momenti e varie occasioni. Le più comuni sono la Via Crucis, le processioni della Settimana Santa, quella del Corpus Domini e le processioni in onore dei santi patroni e della Madonna.

Bibbia alla mano, vediamo chiaramente che l’Arca dell’Alleanza, con i suoi cherubini (angeli dorati), non venne solo collocata in un posto d’onore nel quale si celebrava il culto, ma anche portata solennemente in processione dai sacerdoti, girando la città, al suono delle trombe.




Leggi anche:
La venerazione verso i Santi è idolatria?

Ancora oggi le processioni sono percorsi di lode e ringraziamento a Dio, anche per i santi che ha dato alla Chiesa: omaggiamo la Madonna, Sant’Antonio… E le loro immagini rappresentative vengono portate, come i cherubini dell’Arca, per ricordare gli eroi del cristianesimo e chiederne l’intercessione. Oltre a questo, le processioni sono sempre collegate all’anno liturgico.

Sarà idolatria?

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bibbiaidolatriaprocessione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
7
MORNING
Philip Kosloski
Preghiera mattutina per chiedere a Dio di benedire la nostra gior...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni