Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconFor Her
line break icon

Perché i bambini di oggi sono così irrispettosi?

Shutterstock

Calah Alexander - pubblicato il 19/05/17

Tolleriamo che si comportino in modi che non sopporteremmo mai nei nostri amici e coetanei

Una delle prime cose che insegniamo nella nostra scuola di taekwondo è quali sono le virtù in cui esercitarsi e da mettere in pratica. Il rispetto è una di esse, ed è importante. Stabilire il contatto visivo, stare in piedi rispettosamente dicendo “Sì, signora” e “Sì, signore” e chinarsi a terra sono lezioni che impartiamo ogni giorno.

Gli allievi più grandi possono opporre resistenza a mostrare rispetto, ma i più giovani lo assorbono come una spugna. Quando un istruttore li chiama “Signora” o “Signore” e parla loro seriamente, aspettandosi una risposta altrettanto seria, sono lieti di obbedire.

Trattarli con rispetto predispone gli allievi di qualsiasi età a rispondere a tono. Non ho potuto fare a meno di pensare a questo quando ho letto un’intervista al dottor Leonard Sax sul suo nuovo libro, The Collapse of Parenting (Il Collasso della Genitorialità). Quando gli è stato chiesto di cosa parla davvero il libro ha detto:

“Del trasferimento dell’autorità dai genitori ai figli. Penso che dovreste trattare i bambini come adulti. Penso che dovreste aspettarvi che siano maturi e si comportino bene, e credo che trattare una persona da adulta significhi questo, tra le altre cose, anche se la frase ‘trattare qualcuno da adulto’ è ambigua. Non riguarda l’abdicazione dall’autorità”.

LEGGI ANCHE:Perché i genitori moderni sono così stressati ed esauriti?


Penso spesso che la nostra società sia vergognosamente complice del crollo dello standard di comportamento dei bambini. Tolleriamo che si comportino in modi che non sopporteremmo mai nei nostri coetanei, perché non vogliamo immischiarci o interferire nel modo altrui di essere genitore. O, se si tratta dei nostri figli, perché non vogliamo essere autoritari o non sappiamo cosa fare. In tutti i casi, sono i bambini che ne risentono.

Il dottor Sax ha spiegato che è comune per i bambini anche di 10 anni avere accesso al proprio telefono cellulare a qualsiasi ora del giorno e della notte. È una cosa nei confronti della quale l’Accademia Americana di Pediatria mette esplicitamente in guardia, ma i genitori ritengono impossibile seguire quelle raccomandazioni, sentendo che “non hanno autorità sui propri figli in molti campi”.

Paragonate questo fatto a un’altra raccomandazione richiamata dal dottor Sax, in questo caso riguardo al fatto di garantire ogni giorno una cena di famiglia esente da distrazioni. È difficile da implementare con adolescenti abituati a cene frettolose con un genitore o entrambi distratti da e-mail o telefonate al cellulare. I genitori trovano la cena di famiglia senza distrazioni difficile da implementare quando i figli sono piccoli, spesso perché loro (e dicendo loro intendo io) non hanno autorità su se stessi.

Una delle cose che dimentichiamo è il fatto che gli esseri umani sono creature che imitano. Impariamo guardando e replicando i comportamenti che vediamo intorno a noi. Prendersi del tempo per sedere con i nostri figli e ascoltare le loro storie senza guardare il cellulare dimostra loro rispetto, e mostrando loro rispetto offriamo ai nostri figli dei modelli di comportamento. Tratteremmo un altro adulto in questo modo, ed è questo il modo in cui ci aspettiamo di essere trattati. Non basta spiegarlo ai nostri figli – dobbiamo dimostrarlo nelle nostre interazioni con loro e con gli altri adulti.


LEGGI ANCHE:La domanda per spegnere qualsiasi capriccio di vostro figlio


[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bambinieducazionefamigliagenitori

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni