Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconPerle dal Web
line break icon

Sposati da 65 anni, neanche la guerra li ha potuti separare

65, ANNI, MATRIMONIO, SIRIA, GUERRA

youtube

Valerio Evangelista - pubblicato il 16/05/17

Ad Ahmed e Khadijah la guerra ha tolto ogni bene, ma non l'amore che condividono da più di mezzo secolo

“Ti amo tantissimo. Da qui al più remoto villaggio!”. Nella tenda di un campo profughi, Ahmed imbarazza con un bacio improvviso sua moglie Khadijah, raccontando davanti alle telecamere i sentimenti che continua a provare per lei dopo ben 65 anni di matrimonio.

Il 90enne Ahmed e la 75enne Khadijah si sono conosciuti tramite i propri papà, che erano molto legati. “Si volevano bene come fratelli”, ricorda l’uomo. Un matrimonio combinato, quando lei aveva soltanto 11 anni. “Ero solo una bambina, non avevo idea di cosa significasse il matrimonio”, interviene Khadijah. “Io non conoscevo lui, e lui non conosceva me”.

Nonostante la tenera età e il fatto che fossero perfetti sconosciuti, Ahmed e Khadijah si innamorarono profondamente, e da allora sono stati sempre l’uno al fianco dell’altra.

“Abbiamo vissuto davvero felici e contenti. La amo immensamente, non riesco ad esprimerlo con le parole. Lei è la madre dei miei figli. Non abbiamo mai discusso, mai neanche un litigio: abbiamo vissuto nell’amore“, racconta commosso il marito.

“Lui ha sempre lavorato tantissimo per prendersi cura di noi. Abbiamo sostenuto la famiglia insieme, non c’è mai stato bisogno di arrabbiarsi l’uno con l’altra“, conferma Khadijah.




Leggi anche:
65 anni di matrimonio e non sentirli!

Il volto si fa cupo in entrambi, che a fatica cercano di non piangere. Nel campo profughi le condizioni sono sempre più dure. Mancano cibo e acqua, e la disperazione ha spinto alcune persone a vendere i propri organi, o addirittura i propri figli, per poter comprare del cibo.

“Ieri un uomo ha provato a vendere suo figlio per 100$ per comprare del pane per la famiglia”, aggiunge Ahmed, che sfila un fazzoletto dalla tasca per asciugarsi ripetutamente le lacrime. “Si è mai sentita una cosa del genere?”

Una vita trascorsa nella semplicità dell’amore reciproco e nei confronti dei loro otto figli. Che però potrebbero non rivedere mai più: “Perché siamo fuggiti? Per gli aerei. È la prima volta che viviamo in queste condizioni”, continua la moglie. “Sono 4 anni che non torniamo nella nostra città, che non vediamo casa nostra. Riusciremo a vedere di nuovo i nostri figli? Per me è già molto poter sentire la loro voce al telefono, ma non penso che li vedremo più. Spero solo che le persone tornino presto alle loro case, e che in Siria la vita riprenda regolarmente”.

“Avevamo gli aerei sopra di noi, piovevano bombe. Pensavo fosse la Fine del Mondo”, ribatte Ahmed. “I nostri cuori sono diventati vuoti, a causa della tristezza, dell’oppressione e della povertà. Un tempo i nostri figli potevano aiutarci se non stavamo bene, adesso non abbiamo nessuno. Ci è rimasto soltanto Dio“.

Tags:
amoreguerrasiriastorie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni