Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

9 ragioni per sbarazzarsi per sempre della pornografia

Condividi
Commenta

Una piaga che uccide l'amore per se stessi, per gli altri e per Dio…

Dimenticate l’Ebola, è il porno la vera piaga che consuma la nostra società. È un’epidemia di proporzioni massicce, che porta la sanità pubblica verso una crisi sempre maggiore. La stragrande maggioranza degli uomini ammette di guardarlo regolarmente: avvocati, medici, pastori, sacerdoti, mariti, non importa. E nonostante i migliori sforzi dei genitori, ogni bambino vi sarà esposto prima o poi. Come ha detto un esperto della materia, non è questione di se, è questione di quando.

Vorrei poter dire che gli uomini cattolici siano migliori del resto della società, ma non è vero. I cattolici (anzi, i cristiani in generale) consumano pornografia tanto quanto gli uomini che non sono cristiani. E questo è tragico.

Potrei continuare, ma sappiamo bene che la pornografia è un vero problema. Quindi cosa fare a riguardo? Dobbiamo sbarazzarci del porno una volta per tutte. Senza pietà. Se la pornografia è presente nella tua vita, dovrai puntarle una pistola contro e tirare il grilletto. Smettila di incasinarti. Smettila di tollerare la sua presenza nella tua vita. Devi agire in modo spietato nei suoi confronti.

Ecco alcune ragioni convincenti per rimuovere la pornografia dalla tua vita.

1. Fa del male alle donne nella vita reale

Spesso abbiamo l’impressione che il porno sia innocuo. Siamo portati a pensare che le donne nei video porno se la stiano davvero godendo, e che tutte recitino per scelta. Sbagliato. È una bugia. Ci sono innumerevoli pornostar che hanno lasciato questo mercato per poi raccontare storie di abuso fisico e emotivo, di coercizione, di autolesionismo, di depressione, di violenza e di tentato suicidio. Dicono senza alcuna esitazione che essere una pornostar fosse miserabile e tutt’altro che divertente.

Per non parlare dei milioni di donne che cadono nel traffico umano e che vengono vendute come schiave per alimentare l’industria del porno, o di quelle che vengono introdotte alla prostituzione per soddisfare le fantasie di uomini che vogliono girare dei video porno. C’è poco da girarci intorno, la pornografia fa del male alle donne nella vita reale. E ogni volta che guardi un video o un’immagine, stai danneggiando milioni di donne e di bambini che meritano di essere amati e apprezzati, non abusati e mercificati.

2. Uccide l’amore

La pornografia lacera i matrimoni. Alcuni fanno uso di pornografia di nascosto. Altri la guardano apertamente. In entrambi i casi, il porno distrugge l’intimità. Guardare la pornografia è come infilare un coltello nel cuore del proprio coniuge. Fa perdere tutta la fiducia. Il coniuge riceve il messaggio che non sarà mai abbastanza bello, che non sarà mai all’altezza. È una vera presa in giro ai voti matrimoniali. Pianta i semi dell’amarezza e del risentimento. Provoca un profondo dolore emotivo e spirituale. Se avete un minimo d’amore per il vostro coniuge, smettete di guardare pornografia.

3. Fa apprezzare di meno il sesso

Un recente sondaggio ha rivelato che sempre più uomini preferiscono la pornografia al sesso reale. Perché? Perché è più facile. Con il clic di un pulsante, si ha accesso a un numero infinito di donne che fanno cose che nessuna moglie sana di mente farebbe mai. Non devi nemmeno preoccuparti di dare piacere ad un’altra persona: nel porno esisti soltanto tu. A confronto, il sesso reale viene percepito come un lavoro. Molti uomini si stanno addirittura rendendo conto di non riuscire più ad essere abbastanza eccitati da avere rapporti sessuali con donne reali. In sostanza, rovina la vita sessuale delle persone.

4. Distorce il modo in cui si guardano le donne

Il modo più veloce in assoluto per distorcere la propria visione delle donne è guardare pornografia. Nel porno le donne sono soltanto degli oggetti, dei giocattoli. Non hanno emozioni né bisogni, non hanno nessun’anima. Sono solo degli strumenti di gratificazione. È semplicemente impossibile guardare di continuo donne abusate e mercificate e poi aspettarsi di avere una visione sana delle donne nella vita reale. Semplicemente non è possibile. Notizia dell’ultim’ora: Le donne sono degli esseri umani reali, con delle esigenze emotive, fisiche e spirituali. Hanno un’anima che vivrà per sempre. Meritano rispetto e protezione, non lussuria.

Uomini, volete veramente ridurre le vostre sorelle in Cristo a mera carne fresca? Perché è questo ciò che succederà quando si guarda del porno. Non si è portati a guardare una donna in profondità, a notare l’immagine di Dio in lei. Anzi, si inizierà a fantasticare su di lei, come se fosse un giocattolo sessuale. E questo è sbagliato. È un male. Ed è proprio questo che fa il porno.

5. Spazza via la grazia di Dio nella propria anima

Un peccato mortale è un peccato che distrugge l’amore di Dio nella propria anima. È un peccato così grave e devastante da separarci da Dio, lasciando la nostra anima fredda e senza vita. Possiamo accampare tutte le scuse di questo mondo, ma guardare pornografia è un peccato mortale che porta dritto all’inferno. San Paolo lo dice chiaramente: coloro che tollerano il peccato sessuale nella propria vita “non erediteranno il regno di Dio” (Gal 5: 19-21). Puoi avere o il cielo o il porno, ma non entrambi. Fa la tua scelta.

6. Col tempo peggiora

Il porno diventa molto rapidamente una dipendenza, come il crack o le metanfetamine. E il problema con le dipendenze è che peggiorano sempre di più. Si inizia gradualmente, magari guardando troppo a lungo una pubblicità con delle donne poco vestite. Poi si fa una ricerca su Google, e poi un’altra ancora. I mesi passano e queste cose iniziano ad annoiare. Per eccitarsi ci vogliono cose sempre più estreme. Presto si finirà col guardare cose che solo poco tempo fa ti avrebbero terrorizzato. E non importa quanto porno vedi, non è mai abbastanza.

Hai presente i molestatori di bambini di cui si legge? È facile odiarli, ma non è così che hanno cominciato. Sono partiti proprio come te, pensando di poter gestire il veleno del porno. Ma loro non ce l’hanno fatta, e neanche tu puoi. Senza alcun freno, il porno finirà col consumare la tua vita e ti renderà vuoto, o peggio ancora, ti porterà dietro le sbarre. È davvero quello che vuoi?

7. Rende egoisti

Questo dovrebbe essere abbastanza ovvio, ma quando si spendono ore a rifocillarsi di immagini oscene, si comincia a diventare ossessionati con se stessi. Invece di abbracciare il sacrificio richiesto dal vero amore, si comincia a vedere gli altri come degli oggetti progettati per soddisfare le proprie esigenze e i propri desideri, proprio come le donne immaginarie dei video. Invece di dare e servire come Cristo, si diventa ossessionati dal prendere e dal consumare. Ci si concentra su se stessi e si diventa arrabbiati e violenti senza neppure rendersene conto. Si diventa narcisisti, finendo con l’usare gli altri invece di amarli.

8. Ruba la propria gioia

Il porno lascia un senso di colpa e di miseria. Non importa quanto mentiamo a noi stessi, sappiamo profondamente che la pornografia è sbagliata. E ogni volta che la guardiamo, ovviamente la nostra coscienza ci infastidisce. E anche se a volte confessiamo questo peccato, il fatto di continuare a cadere ci porta allo scoraggiamento e alla depressione, quando non alla disperazione. Il diavolo ci tenterà presto di rinunciare del tutto alla nostra vita spirituale. “Non vale la pena lottare“, sussurra nelle nostre orecchie, “getta la spugna“. Per farla breve, diventiamo come Adamo nel giardino dell’Eden, nascondendoci dalla presenza di Dio.

Non è così che Gesù vuole che noi viviamo la nostra vita. Lui ci ha riscattati con il suo prezioso sangue per portare pace, gioia e vita in abbondanza, non paura e vergogna. Se vuoi una gioia nuova nella tua vita spirituale, rifiuta il porno.

9. Ti rende schiavo

Prima di essere stati battezzati, eravamo schiavi del diavolo. Governati dalle nostre passioni, eravamo come delle belve. Ma Cristo ci ha redenti, e quando siamo stati battezzati ci ha liberati da questa schiavitù crudele e ci ha portati alla libertà dei figli di Dio. Se sei battezzato, sei morto al peccato e vivi per Dio. Condividi la libertà di Gesù Cristo, e “non sei più schiavo, ma figlio” (Gal 4, 7).

Il problema è che, quando diventiamo dipendenti dal peccato, torniamo consapevolmente alla schiavitù del diavolo. È come se il figlio di un re vada al mercato degli schiavi e si offra per essere venduto. È pura follia. Abbraccia la tua libertà di figlio di Dio, e butta via il giogo della schiavitù del diavolo. Sbarazzati del porno.

Diventa “violento” con il peccato

Gesù era gentile con tutto e tutti, tranne che con il peccato. Quando si trattava del peccato, Gesù non prendeva prigionieri. Il suo consiglio? Dacci un taglio. Smettila. Nessuno va in cielo per caso dice Lui, anzi, “i violenti se ne impadroniscono” (Mt 11,12). Sei violento contro il peccato nella tua vita? Dovresti esserlo. Le persone che hanno il cancro non lo tollerano. Le persone con lebbra non la tollerano. Le persone con l’ebola non lo tollerano. Allora perché tu dovresti tollerare il ​​peccato?

Uomini, se siete dipendenti dal porno, non tolleratelo più. Abbattetelo. Scagliatevi contro di esso, senza pietà. Mostrate chi comanda. Lottate come se fosse una questione di vita o di morte perché, in tanti modi, è davvero così.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni