Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 17 Maggio |
San Pascual Baylón
home iconArte e Viaggi
line break icon

La bellezza del cristianesimo armeno in Iran

L’interno della Chiesa di Bedkhem nel quartiere armeno di Giulfa, ad Isfahan, in Iran.

Daniel R. Esparza - pubblicato il 18/04/17

Le elaborate decorazioni della Chiesa di Bedkhem la rendono uno dei gioielli di Isfahan

La Chiesa di Bedkhem (Betlemme) è una chiesa armena nel quartiere Julfa a Isfahan, in Iran. La città stessa, Isfahan, è soprannominata Nesf-e Jahān, “metà del mondo,” il che significa che questa chiesa si potrebbe considerare “al centro del mondo”.

Per migliaia di anni gli armeni sono stati presenti in quello che attualmente è l’Iran, interagendo con l’antico impero persiano e in seguito con le autorità sciite. Nei primi anni del 1600, il sovrano Shah Abbas I cacciò gli armeni da quelle che consideravano le loro terre ancestrali, e li trasferì nel quartiere Giulfa di Isfahan. Mercanti e commercianti armeni si integrarono presto nell’economia e nella società iraniana, adottando in molti modi elementi della cultura persiana. Conservando però la loro fede cristiana.

Fu un mercante armeno, Khaje Petros, a intraprendere la costruzione della Chiesa Bedkhem nel tardo 17esimo secolo. Assunse architetti e artigiani di origine armena, ma lo stile della chiesa è fortemente influenzato da quello delle moschee, soprattutto nella cupola dorata. L’interno della chiesa è caratterizzato da una forte iconografia cristiana, e vi si trovano 72 dipinti raffiguranti la vita di Cristo come raccontata nei Vangeli.

Le pareti della Chiesa di Bedkhem sono piene di iscrizioni in armeno, alcune risalenti al 1600, in onore di coloro che hanno dato le loro offerte per la  costruzione e l’abbellimento della chiesa.

All’epoca della rivoluzione iraniana, molti armeni sono fuggiti dal Paese per costruirsi una nuova vita altrove. Ma i cristiani armeni apostolici restano oggi la più grande comunità non musulmana in Iran, e continuano il loro culto e il loro ruolo nella società, avendo persino una rappresentanza nel governo. Un quarto di loro vive ancora ad Isfahan.

Scorrete la galleria qui sotto per gustare la bellezza unica della Chiesa di Bedkhem.

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
armeniiran
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni