Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le migliori ricette di dolci e torte salate per imbandire la tavola pasquale

Condividi

Dalla colazione salata pugliese all’Intagliata dolce di Verona

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Quando ero piccola “invidiavo” i miei cugini che la mattina di Pasqua andavano dalla nonna pugliese che preparava loro la colazione salata pasquale. Immaginavo una tavola lunga e imbandita come quella del cartone Disney La Bella e la Bestia, vi ricordate la scena di Belle che finalmente si decide a mangiare, con le stoviglie che le dedicano la famosissima (forse solo per me) canzone “Stia con noi”? Insomma fantasticavo una cosa del genere. Deliri (animati) di bambina!

Quando i miei zii con i miei cugini ci raggiungevano all’una per pranzare insieme erano già sazissimi, e ci raccontavano le prelibatezze preparate dalla super Nonna Pina. Si chiama proprio così, come il famoso tormentone delle tagliatelle. Lei però fa gli strascinati a mano, per chi non li conoscesse sono simili alle orecchiette ma più grandi, una vera specialità. E non solo è una bravissima e appassionata cuoca, ma una sarta abilissima: mi cucì l’abito della Prima Comunione.

Che meraviglia saper fare le cose con le mani! Usarle per costruire, realizzare, creare!

I miei cugini ci portavano sempre qualcosa dalla loro colazione pasquale: immancabile la pizza: alta, con i pomodorini, l’olio che straripa ad ogni morso e i bordi belli dorati, e poi il mitico casatiello con le uova intere da mordicchiare per togliere la pasta intorno, e i pezzi di salame e formaggio.

Silvia Lucchetti/Instagram
Silvia Lucchetti/Instagram

Nonna Pina, una donna forte e amorevole, ancora oggi innamoratissima del marito morto quando era una giovane sposa con i figli piccoli, è molto legata alla famiglia e alle tradizioni, che sono la nostra radice, ci parlano profondamente di noi.

Nonostante gli acciacchi della vecchiaia ogni anno prepara la colazione salata, a base di pizze, tortani, casatielli, formaggi, olive, salumi, uova, mozzarelle, ricotta, pastiera e tantissime altre specialità.

Abbiamo trovato nel mare goloso del web alcune video-ricette pasquali, speriamo possano esservi utili per arricchire la vostra tavola per il giorno più intenso dell’anno liturgico: la Pasqua.

LA TORTA PASQUALINA

IL CASATIELLO

TORTA DI PASQUA AL FORMAGGIO

LA TRECCIA PASQUALE

PASTIERA NAPOLETANA

COLOMBA

Ogni famiglia ha la sua tradizione, c’è chi, come vi ho appena raccontato, organizza una colazione salata ricchissima, chi nasconde le uova sode o di cioccolata per una caccia al tesoro da fare con i bambini. L’agnello, i carciofi e gli asparagi la fanno da padrone. E poi il cioccolato e la colomba sono un must.

La mia amica Romana ha mangiato (e fotografato) a Verona un dolce pasquale che rappresenta la corona di spine di Gesù. Si chiama “Intagliata” o “Broada”.

La conoscete? Ecco le sue foto, approfitto per ringraziarla anche qui di avermi dato la possibilità di pubblicarle.

E voi? Cosa preparate e mangiate a Pasqua? Aspetto i vostri commenti e le vostre ricette!

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.