Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
home iconStile di vita
line break icon

Per una discussione adulta: 10 compiti dell'intellettuale cattolico

© Unsplash

Miriam Diez Bosch - pubblicato il 04/04/17

Provocanti. Esigenti. Urgenti

L’intellettuale cattolico deve “decifrare il senso del presente” e “combattere il cinismo in tutte le sue forme”. Sono alcuni dei compiti sottolineati dal filosofo Francesc Torralba, dell’università spagnola Ramon Llull, durante il II Congresso della rivista catalana Qüestions de Vida Cristiana.

Ecco i 10 compiti dell’intellettuale cattolico secondo Torralba:

1. Decifrare il significato del presente; articolare una “cartografia dell’adesso”, esplorando i vettori che muovono la cultura e tutto ciò che è implicito nell’epoca considerata. È un compito che esige una certa distanza per individuare ciò che emerge di nobile, bello, vero e buono, e allo stesso tempo per comprendere l’oscurità del presente.

2. Ricreare linguisticamente l’eredità ricevuta, articolarla mediante un linguaggio significativo, chiaro e intelligibile per l’uomo e la donna di oggi. Evitare di cadere sia nell’amore per il tradizionalismo in quanto tale che nell’idolatria nei confronti di tutto ciò che è nuovo. Quello che dev’essere mantenuto è il contenuto in tutta la sua ricchezza, ma nel modo di presentarlo dev’essere comprensibile da parte del pubblico nella sua realtà attuale.

3. Mantenere un impegno attivo con la razionalità, identificando le sue forze e i suoi limiti ed evitando allo stesso tempo di cadere nell’emotività e nel razionalismo. Da un intellettuale cattolico ci si aspetta una lotta contro la credulità e il fideismo, che non sono il vero atto di fede.

4. Comprendere il fenomeno delle tradizioni spirituali e religiose dell’umanità e delle nuove forme di spiritualità laica che emergono dalle istituzioni formalmente articolate. Se la Chiesa ha la missione di attirare le persone a Cristo, bisogna offrire dei ponti.

5. Articolare una chiamata profetica a favore dei “più piccoli tra i nostri fratelli”, i più vulnerabili, vittime di una cultura dello scarto, e agire in difesa della dignità inerente ad ogni persona umana.

6. Non temere la critica della conoscenza, dei suoi limiti e delle sue forme; elaborarla sia ad intra (nell’istituzione ecclesiale) che ad extra (nel mondo). Vivere il senso di appartenenza senza complessi e non fuggire dai dolori derivanti dal fatto di essere membri della Chiesa.

7. Scommettere sulla visibilità mediatica, esistere con audacia nell’agorà digitale e in essa proporre la propria visione del mondo. Evitare l’ipervisibilità, ma anche la marginalità e il rifugio confortevole nel calore del proprio gregge. Uscire nella pubblica piazza, e se necessario esporsi alla possibilità di essere feriti.

8. Impegnarsi nelle cause nobili della società. Lottare contro il fariseismo morale, la morale dell’élite e la tendenza a svolgere un ruolo da spettatore neutro. Per l’intellettuale cattolico non c’è neutralità. Bisogna essere agenti e non spettatori passivi nel mondo. Lavorare per migliorare il mondo e trasformare la società.

9. Riconoscere e apprezzare le grandi produzioni artistiche, culturali e filosofiche della cultura laica, come la Chiesa ha sempre riconosciuto e apprezzato i grandi classici dell’arte e della letteratura di tutti i tempi e i popoli, vedendo in essi dei “semi del Verbo”.

10. Articolare un discorso pieno di speranza, capace di combattere razionalmente la tendenza al nichilismo storico, e soprattutto non lasciarsi vincere dallo scoraggiamento derivante dalle circostanze. L’intellettuale cattolico deve combattere il cinismo in tutte le sue forme – anche il cinismo che può nascere dentro di sé.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
cattolicesimointelletto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni