Aleteia

6 cose da fare quando non concordi con un insegnamento della Chiesa cattolica

unsplash
Condividi
Commenta

Non è un segreto che gli insegnamenti della Chiesa cattolica possano spesso causare delle polemiche. È stato così fin dall’inizio, perché le autorità della Chiesa preferiscono la verità di Dio all’opinione popolare.

Il filosofo e sociologo canadese Marshall McLuhan ebbe a dire, in merito alla sua conversione al cattolicesimo: “Non sono arrivato alla Chiesa con supponenza. Sono entrato in ginocchio. È il solo modo per entrare. Tu non arrivi alla Chiesa per idee e concetti, e non puoi abbandonarla per un mero disaccordo. Ciò avviene per una perdita di fede, una perdita di partecipazione. Quando le persone lasciano la Chiesa possiamo solo dire che hanno smesso di pregare”.

Attualmente sembra che i media siano molto abili a prendere delle frasi fuori dal contesto, per presentare un determinato punto di vista, contribuendo quindi a fraintedere ciò che la Chiesa insegna realmente.

Il vescovo Fulton Sheen ha detto una volta: “In tutti gli Stati Uniti non sono più di un centinaio le persone che odiano la Chiesa cattolica. Ma ci sono milioni di persone che odiano ciò che erroneamente credono sia la Chiesa cattolica”.

Se c’è una prospettiva della Chiesa con cui state lottando, vi incoraggio ad agire. Fate un po’ di indagini prima di etichettare la dottrina come obsoleta e fuori dal mondo. Fate ricorso ai seguenti suggerimenti per poter scoprire la verità e trovare significato (su gesuemaria.it trovate alcune risposte a domande fondamentali sulla fede e sulla dottrina cattolica).


LEGGI ANCHE: Dio non disprezza il dubbio


1. Assicuratevi di capire ciò che la Chiesa insegna davvero

Molto di ciò che pensiamo sia la Verità, ci è stato inculcato dai media o tramandato per generazioni. Prendetevi del tempo per studiare ciò che la Chiesa insegna… andando direttamente dalla Chiesa. Esistono ottime risorse a tal scopo. La Santa Sede offre una straordinaria banca dati consultabile on-line che include il Catechismo, gli insegnamenti dei Papi, gli scritti dei santi, e molto altro ancora. Se volete iniziare in modo meno intenso, potreste leggere su cristianicattolici.net le risposte ad alcune domande, in modo conciso e facile da capire. Per conoscere e far conoscere la dottrina cattolica, vi consigliamo la lettura de “Spiegazione del catechismo di San Pio X“. Nella sezione ‘Domande e Risposte’ di vocazione.org, inoltre, potete trovare molti spunti interessanti.

2. Prendetevi del tempo per riflettere sul perché non siete d’accordo

Dopo aver fatto un po’ di ricerche, prendetevi un po’ di tempo per riflettere sul perché non siete d’accordo con la posizione della Chiesa. Annotatevi alcune domande che avete, e tenete un diario. C’è stato un evento nella vostra vita che vi influenza? L’insegnamento in questione porterebbe a un cambiamento di vita o vi risulterebbe scomodo, se doveste decidere di farlo vostro? Quali emozioni avete quando pensate alla base teologica della questione? Chi è la persona che per prima vi ha messi di fronte alla questione?


LEGGI ANCHE: Le tipiche reazioni di noi cattolici a 15 frasi che siamo stanchi di sentire


3. Incontrate un sacerdote o un consigliere spirituale per discuterne

Quando avete una domanda sulla vostra salute, chiedete il parere di un medico. Se è la vostra auto che vi preoccupa, andate dal meccanico. Nella vita spirituale, quando abbiamo una domanda o una preoccupazione, dobbiamo andare ad un esperto nel campo, proprio come faremmo con qualsiasi altra questione. Trovate un prete (non deve essere il vostro parroco) disposto a discutere con calma di alcune domande che avete. Se non ci riuscite, chiedete di indicarvi un consigliere spirituale nella vostra diocesi.

4. Visitate Gesù in Adorazione

Se non siete mai stati in Adorazione, è questo il momento di farlo. La maggior parte delle Chiese offre l’opportunità di stare con Gesù una volta alla settimana o più. La cosa migliore è che non dovete fare nulla, dovete solo andare. Potete portare con voi, se volete, la lista delle vostre, il diario e una Bibbia; ma potete anche solo stare in silenzio. È un luogo ideale per pregare “Io credo Signore, sovvieni alla mia incredulità”

5. Siate pazienti con voi stessi e con la Chiesa

Potrebbero volerci anni per capire la posizione della Chiesa su determinate questioni, e alcune di queste potreste non arrivare mai a comprenderle. Siate pazienti con voi stessi e con la Chiesa. Non rinunciate a perseguire la fede e a cercare di capire. Come il Signore ci dice in Matteo 7:7, “Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto”. Vi consigliamo la lettura della riflessione di Joseph Ratzinger sull’attualità dottrinale del Catechismo della Chiesa Cattolica.

6. Prendete parte a un studio della Bibbia o ad una comunità di fede

Essere parte di un piccolo gruppo all’interno della Chiesa vi aiuterà molto nella vostra ricerca di giustizia. Molto probabilmente incontrerete persone che hanno sperimentato gli stessi dubbi e le stesse frustrazioni che avete voi. Ascoltate e imparate dagli altri: può essere utile per aiutare a trovare le risposte alle vostre domande.

di Becky Roach


RISPOSTE AD ALCUNE DOMANDE:

– Posso essere cattolico e avere dubbi dottrinali?
– 9 domande e risposte bibliche fondamentali sulla Vergine Maria
– 5 risposte cristiane agli atei caparbiamente ignoranti o arroganti
– Perché confessarsi con un uomo, e non direttamente con Dio?
– Per chi non ha ben compreso ancora perché si digiuna in Quaresima
– 8 tra le critiche più ricorrenti rivolte alla Chiesa (anche dall’interno)

 

Se doveste avere delle domande teologiche o dottrinale, non esitate a porle, nei commenti. I nostri esperti saranno lieti di offrire una risposta ai vostri interrogativi!


[Traduzione dall’inglese e adattamento a cura di Valerio Evangelista]

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Condividi
Commenta
Questa storia ha come tag:
chiesa cattolicacriticadubbio
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni