Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 17 Maggio |
San Pascual Baylón
home iconNews
line break icon

“Sfida accettata”. Sì, ma quale?

Shutterstock / Photographee.eu

Lucandrea Massaro - pubblicato il 18/03/17 - aggiornato il 30/11/18

Un tormentone social o qualcosa di più? Una lettrice ci coinvolge nella sua prova più dura: quella contro il cancro

Mentre le bacheche di amici e conoscenti si popolavano di vecchie foto corredate dalla scritta “sfida accettata“, in redazione ci domandavamo quale fosse l’origine dell’ennesimo sciocco tormentone da social network, fino a che un po’ le ricerche, un po’ la Provvidenza non ci hanno fatto scoprire il mondo che c’è dietro: quello di chi affronta la chemioterapia, che davvero “accetta la sfida” di lottare per la vita, per se stessi o al fianco dei loro cari. Sfide di persone come lei:

Oltre ad Ester, sono tante altre le persone che si sono messe in gioco per creare un legame empatico con il mondo esterno, ignaro delle conseguenze della chemioterapia, dolorosa ma necessaria. Ester ci ha mandato anche la foto del suo presente:

Una nuova consapevolezza

Da “braccialetti rossi” (una fiction) fino al format più recente delle “Kemio amiche” (un docu-reality), in tv – e quindi non può che trovare spazio anche sui social – c’è una presenza sempre più forte ed empatica delle persone malate di cancro che affrontano questo dramma, da sole o molto spesso facendo squadra. In malattie come queste è essenziale il contatto umano, che la rete dell’amicizia non si sfaldi e anzi si allarghi il più possibile. La storia di #sfidaaccettata è però questa, ben spiegata (anche con ruvidezza) dall’esperto di web David Di Tivoli:

Quello che poteva sembrare un fenomeno molto superficiale, qualcosa di stupido come l’anno scorso il famoso “Ice Bucket Challenge” che ha coinvolto vip e non gente comune, che in molti hanno preso in giro, ma che ha permesso alla Als Association che l’aveva promosso (una associazione no profit americana contro la SLA) di raccogliere 115 milioni di dollari. Qui non ci sono soldi, ma c’è in ballo qualcosa di più prezioso: la solidarietà. Donare 5 euro o 10 costa poco e sgrava la coscienza, stare 1 ora accanto ad un malato mentre fa la chemioterapia, o andarlo a trovare o farlo ridere e scherzare, vale molto di più e mette in gioco molto di più che il proprio portafoglio. Quindi forza, #sfidaaccettata!

Tags:
cancrosocial network
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni