Aleteia

Perché le persone si vestono di verde il giorno di San Patrizio?

Shutterstock / wavebreakmedia
Condividi
Commenta

Dietro questa tradizione irlandese c'è una ragione profondamente cattolica

Il 17 marzo si festeggia San Patrizio, patrono d’Irlanda, e in varie città del mondo la gente si veste di verde e scende in strada a brindare con birra di questo colore. A Chicago da più di 50 anni viene tinto di verde anche il fiume.

L’aspetto ironico è che San Patrizio (che non era neanche irlandese) in realtà si vestiva di azzurro. E allora da dove deriva la tradizione del verde?

Per i cattolici ha a che vedere con il fatto che San Patrizio usava il trifoglio per spiegare agli irlandesi il mistero della Santissima Trinità quando cercava di convertirli al cristianesimo. Il colore verde ricorda allora questa pianta e il significato del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo come un’unica realtà.

L’Irlanda è inoltre nota come “L’isola di smeraldo” per i suoi paesaggi verdeggianti, e storicamente parlando i cattolici sono identificati con questo colore mentre i protestanti vengono identificati con il colore arancione. Per questo la bandiera irlandese ha una fascia di ciascuno di questi colori con un’altra bianca in mezzo a simboleggiare la pace e la convivenza tra i due credo del nord e del sud del Paese.


LEGGI ANCHE: Preghiera di San Patrizio contro incantesimi e malefici


Ovviamente c’è anche l’origine pagana del colore verde, ed è quella che purtroppo si è diffusa maggiormente: gli elfi. Queste figure mitologiche non hanno nulla a che vedere con il santo, ma sono legate al folclore irlandese. Si tratta di piccole creature (in base ad alcuni racconti malevole e poco affidabili) che custodiscono una grande fortuna alla fine dell’arcobaleno. Secondo la leggenda, se se ne riesce a prendere uno si avrà prosperità perché possono offrire la propria fortuna o tre desideri in cambio della propria libertà.

L’ironia è che secondo vari scrittori irlandesi gli elfi usavano un vestito rosso, ma furono gli stessi immigrati irlandesi del XVIII negli Stati Uniti, desiderosi di introdurre la propria cultura, ad associare il verde a tutto ciò che proveniva dall’Irlanda e a trasformare la festa del loro patrono in qualcosa di secolare (anticamente gli irlandesi non si vestivano di verde in questa data, era proibito bere quel giorno e si svolgeva solo una semplice cena in casa).

Al giorno d’oggi, il giorno della festa di San Patrizio (perché con le celebrazioni e le sfilate che si svolgono non c’è altro modo per chiamarla) è caratterizzato da un grande e confuso miscuglio di cattolicesimo e paganesimo e viene associato più al bere birra che alla morte del santo.


LEGGI ANCHE: Come San Patrizio ha davvero convertito l’Irlanda


L’unica cosa che ha prevalso è il colore verde, per cui è solo una questione di scegliere – e conoscere – il vero significato che gli vogliamo attribuire.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni