Aleteia

Un bimbo di tre anni commuove tutti confortando il fratellino che sta per morire

William Blanksby e il suo fratellino Thomas. Mschikee | Instagram
Condividi
Commenta

Le parole semplici che questo bambino di tre anni ha pronunciato a suo fratello sono strazianti e bellissime

Avere un fratello maggiore che vegli su di noi è un dono in ogni momento della nostra vita. È la persona a cui rivolgersi quando si è bambini ma anche quando si cresce. Ci aiuta con i compiti, ci fa da babysitter, scoraggia i potenziali bulli e ci ascolta quando un incontro romantico non è andato bene o quando ci sentiamo incompresi. Detto questo, monopolizza il telecomando, finisce tutto il gelato (e qualsiasi altra cosa gustosa) in casa, ci fa uscire matti e ci mette in imbarazzo di fronte agli amici. Questo è il bellissimo dare e avere dell’amore fraterno.

E nulla dimostra questo amore meglio di una foto di William (tre anni) e il fratellino Thomas (quattro mesi) che la madre Sheryl Blanksby, che vive nell’Australia dell’Ovest, ha condiviso su Instagram.

#Throwback to when we were on our holiday. I was getting ready in the bathroom and husband was in the kitchen. The kids were quiet, especially Mr preschooler. You know the rules about when kids are quiet. I tiptoed to the lounge with my camera ready to catch anything they are doing. I was expecting my baby to be covered in Nutella or something but instead I saw this. My preschooler is telling his baby brother "Kuya (big brother) is here. Everything is ok". #myboys #bestbigbrother #documentinglittlemoments #mybabyloves #myheartandsoul #luckymummy

A post shared by Sheryl Blanksby (mschikee) (@mschikee) on

Apparentemente questa tenera foto in cui William tocca delicatamente la guancia di suo fratello potrebbe sembrare una foto di famiglia tenera, ma piuttosto ordinaria. Tuttavia, nel momento in cui la mamma catturava quel momento ha ascoltato William confortare il fratello Thomas, a cui è stato recentemente diagnosticato un cancro terminale, con queste dolci parole di conforto: “Il tuo fratellone è qui, va tutto bene”.

Thomas è nato con quella che sembrava una lesione cutanea, ma dopo sei settimane i medici hanno scoperto un nodulo sul suo addome che con ulteriori test si è rivelato essere un tumore rabdoide maligno sul rene, che si è ora diffuso ai polmoni, alle ossa iliache, e che è stato responsabile della lesione cutanea al momento della nascita. L’unico supporto che i medici possono dare è quello di alleviare, per quanto possibile, il dolore. E cercare di offrire a Thomas una vita di qualità, a prescindere da quanto breve sarà.

This smile makes me forget he's sick. It makes me believe I'm not going to lose him and that we got this and in one split second he will do something that pulls me back in reality, the saddest most painful truth that our time with him is definitely not forever. But then he smiles at me again and the cycle continues. #iwanthimforeverinmyarms #terminalcancerwarrior #mybabylove #mythomas #BabyThomas

A post shared by Sheryl Blanksby (mschikee) (@mschikee) on

Dimentichiamo di essere riconoscenti delle cose e della vita che abbiamo

Guardando le foto che la signora Blanksby ha pubblicato su Instagram rimaniamo colpiti da come sembri gioiosa la loro vita familiare. Sheryl e suo marito Jon spiegano il motivo. “Come famiglia stiamo cercando di resistere nel modo migliore possibile, ma è stato molto difficile”. E aggiunge che “ci sono le lacrime e l’immenso dolore di perdere qualcuno che ami così tanto. Lo filmiamo costantemente, lo fissiamo e lo baciamo”. La coppia è determinata a non sprecare nemmeno un momento prezioso con i loro ragazzi; vogliono “andare in viaggio, raccogliere la frutta, guardare film all’aperto, fare servizi fotografici, andare in parchi acquatici e persino in mongolfiera se questo è consentito a chi ha tre mesi di età”.

"Oh darling, I'll make it better". The love he has for his baby brother grows deeper everyday. #mumofboys #familyholiday #littlewarrior #documentinglittlemoments #bigbrother #littlebrother #purelove

A post shared by Sheryl Blanksby (mschikee) (@mschikee) on

Sapendo che il loro tempo insieme è breve, i Blanksby spiegano anche come questa malattia devastante abbia dato una prospettiva alla vita: “Spesso siamo intrappolati nel nostro piccolo mondo di piccoli problemi in cui ci affatichiamo per piccole cose, o ci lamentiamo di cose che non contano”.

Ma ora le cose non sembrano importanti quanto il passare del tempo insieme. La coppia è determinata a cogliere i doni della vita: “Dimentichiamo di essere riconoscenti delle cose e della vita che abbiamo. Dobbiamo vivere con uno scopo, con gratitudine, magnificare l’amore”. E questa profondità d’amore è certamente visibile in questa bella foto di famiglia.

Day out @adventureworld today! Wish us luck #littlewarriorThomas likes the pool! #superkuyawilliam #mybabyloves #makingmemories #documentinglittlemoments #mummyblogger #myheartandsoul

A post shared by Sheryl Blanksby (mschikee) (@mschikee) on

I Blanksby affermano che anche se William sia consapevole del fatto che forse i medici non possono salvare il fratellino, sembra determinato a inondarlo d’amore nel breve tempo rimasto. È meraviglioso vedere come questo bimbo di tre anni possa ricordare a tutti come il legame speciale di fratellanza dovrebbe essere celebrato come un dono; un dono che così spesso diamo per scontato. Quindi, per tutti i nostri grandi (e piccoli) fratelli e sorelle là fuori, ricordate che ciò che ci lega insieme è un legame unico, che può solo magnificare il nostro amore.

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni