Aleteia

Sapevate che Tom Cruise stava per diventare sacerdote cattolico?

Condividi
Commenta

Ma poi venne cacciato dal seminario...

Tom Cruise avrebbe potuto trascorrere la vita combattendo davvero il male piuttosto che facendo finta di affrontarlo nei film.

Perché? Perché il famosissimo attore, protagonista, tra gli altri film, di Missione Impossibile e Top Gun e noto per la sua adesione al movimento di Scientology, da giovane era un devoto cattolico, ha frequentato un seminario cattolico ed era sulla via per diventare sacerdote, ma poi è stato allontanato dal seminario.

Thomas Cruise Mapother IV è nato a New York in una famiglia cattolica. Da adolescente, la futura star di Hollywood ha conosciuto padre Ric Schneider, che lo ha persuaso a entrare alla St. Francis Seminary School di Cincinnati (Ohio).

Uno dei suoi migliori amici dell’epoca, Shane Dempler, ha affermato che Cruise aveva intenzioni serie riguardo al sacerdozio. “Aveva una fede cattolica molto forte”, ha ricordato come riferisce ChurchPOP. “Andavamo a Messa, trascorrevamo del tempo in cappella e amavamo ascoltare le storie che raccontavano i sacerdoti. Pensavamo che il loro stile di vita fosse fantastico ed eravamo davvero interessati al sacerdozio”.


LEGGI ANCHE: Documentario americano getta nuova luce su Scientology?


Per poco Cruise non era stato ammesso. La scuola aveva un limite minimo di quoziente intellettivo di 110, e lui aveva ottenuto proprio quel risultato nel test. Anche se non è mai stato un allievo particolarmente brillante, eccelleva negli sport e si era unito al gruppo di recitazione.

Ma poi è finito tutto. Cruise e Dempler, ha riferito quest’ultimo, hanno iniziato a infrangere le regole, ad esempio sgattaiolando via e fumando sigarette. A metterli davvero nei guai, però, è stata la decisione di rubare del liquore dalle stanze private dei frati francescani. Dempler è entrato nelle camere, ha trovato il liquore e lo ha passato a Cruise che aspettava di sotto. In breve, molti seminaristi erano nel bosco a bere. Alcuni di loro vennero poi trovati ubriachi dai religiosi e confessarono dove avevano preso il liquore.

“La scuola scrisse una lettera ai nostri genitori dicendo che volevano bene a entrambi ma preferivano che non tornassimo”, ha spiegato Dempler.

Cinque anni dopo, Tom Cruise ha iniziato la sua carriera da attore. Purtroppo non ha mantenuto la sua fede cattolica, e dall’inizio degli anni Novanta si è coinvolto sempre più nel movimento di Scientology, sostenendolo pubblicamente e raccogliendo ingenti somme di denaro per sovvenzionarlo.

Chissà se un giorno Cruise tornerà alla sua prima fede. Magari nell’attesa possiamo dire una preghiera per lui.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni