Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il mondo lo ha conosciuto quando era ancora un feto… oggi è un ragazzo con tanta voglia di vivere

Condividi

La storia della “mano della speranza”

A Samuel Arenas, quando era ancora nel ventre di sua madre, è stata diagnosticata la spina bifida. Ai suoi genitori è stato proposto di abortire, ma loro si sono rifiutati e hanno deciso che la madre si sarebbe sottoposta ad un’operazione sperimentale. Nel bel mezzo dell’intervento, è accaduta una cosa incredibile: la piccola mano di Samuel, di sole 14 settimane, emerse dal grembo di sua madre, accarezzando delicatamente la mano del medico.

L’hanno soprannominata “la mano di speranza”. Quello, come dice il Dott. Bruner, “è stato il momento più emozionante della mia vita”.

Samuel ha ora 16 anni ed è un ragazzo sano. Si dice grato ai suoi genitori, perché hanno lottato per la sua vita.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni