Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 07 Maggio |
Santa Rosa Venerini
home iconNews
line break icon

Leggere un buon libro, la nuova terapia al dolore cronico

freestocks.com

Aleteia - Valerio Evangelista - pubblicato il 13/03/17

Non solo intrattenimento: un team di ricercatori britannici sostiene che leggere aiuterebbe milioni di persone a superare il proprio dolore

La lettura di un libro può essere non solo accattivante, ma può anche aiutare i milioni di persone che soffrono di dolore cronico. Lo rivela uno studio dell’Università di Liverpool pubblicato sul BMJ Journal for Medical Humanities.

I risultati hanno mostrato che un programma di lettura condivisa potrebbe avere la stessa efficacia della cosiddetta terapia cognitivo-comportamentale (CBT), psicoterapia solitamente utilizzata in questo tipo di dolore. La CBT ruota attorno ad un colloquio clinico, attraverso il quale il terapeuta comprende le cause del dolore e porta il paziente a cambiare il modo di pensare e di comportarsi.

“Il nostro studio ha indicato che la lettura condivisa potrebbe potenzialmente essere un’alternativa alla CBT nel portare consapevolezza cosciente in aree di dolore emotivo che, altrimenti, il paziente subirebbe passivamente sotto forma di dolore cronico”, ha dichiarato il ricercatore Josie Billington dell’Università di Liverpool.

Sebbene la CBT permetta ai partecipanti di scambiare storie personali sulla convivenza con il dolore cronico, in modo da convalidare la propria esperienza, questa terapia porta a concentrarsi esclusivamente sulla proprio dolore, non offrendo alcuna “deviazione tematica”.

Nella lettura condivisa invece, sostengono i ricercatori, i testi fungono da trigger per ricordare ed esprimere diverse esperienze – il lavoro, l’infanzia, il rapporto con la famiglia – relative a tutta la durata della vita, e non soltanto al periodo affetto da dolore.

Come parte dello studio, alcuni partecipanti con gravi sintomi di dolore cronico sono stati sottoposti per 5 settimane ad un CBT di gruppo; parallelamente, per 22 settimane, veniva condotto un gruppo di lettura condivisa con altri pazienti.

I risultati hanno dimostrato che i partecipanti alla CBT hanno “gestito” passivamente le emozioni, per mezzo di tecniche sistematiche; mentre la lettura condivisa ha trasformato l’esperienza passiva del partecipante in “un’articolata contemplazione delle preoccupazioni dolorose“.


LEGGI ANCHE: 10 romanzi cattolici che devi assolutamente leggere finché sei vivo


Leggere regolarmente libri, immedesimarsi con i loro personaggi, vivere le loro trame e discutere in gruppo le evoluzioni della storia letta, richiama alla mente esperienze e ricordi positivi del passato. Questo incoraggia il cervello a mandare al corpo messaggi nuovi, lontani dall’esperienza del dolore. Consentendo dunque di superare, almeno temporaneamente, il dolore provato.

Tags:
doloreleggerelibrisalutescienza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
3
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
4
VANESSA INCONTRADA
Gelsomino Del Guercio
Vanessa Incontrada: ho scelto di battezzarmi a 30 anni per ritrov...
5
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
6
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
7
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni