Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 24 Ottobre |
San Luigi Guanella
Aleteia logo
home iconApprofondimenti
line break icon

«E’ credibile e ispira fiducia. Papa Francesco è il punto di riferimento nel mondo»

© CTV / Youtube

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 10/03/17

Lo sostiene il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un'intervista a "La Civiltà Cattolica"

Il punto di riferimento nel mondo attuale? Gli Stati Uniti? No, Papa Francesco. Lo sostiene il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un’intervista rilasciata a Civiltà Cattolica (marzo), in occasione del numero 4000 della rivista, di cui Avvenire (9 marzo) pubblica ampi stralci.

NON SOLO CUBA E USA

«Mi viene da sorridere – dice Mattarella – ricordando che, dopo il crollo del sistema sovietico e la fine del mondo bipolare, per un decennio si sia pensato che l’equilibrio del mondo si esaurisse intorno agli Stati Uniti e alla Nato. Questa illusione è durata una decina d’anni, fino al 2001. Poi il terrorismo internazionale, le tante crisi e le molte guerre sparse in vari continenti hanno reso evidente che il mondo è entrato in una fase ignota, nuova, che richiede nuove analisi».

In questo contesto «Papa Francesco è certamente un punto di riferimento, e la parte svolta nel mutamento delle relazioni tra Stati Uniti e Cuba, i suoi richiami all’Unione Europea fatti con molta franchezza – anche opportunamente rudi in qualche passaggio – sia nel discorso per il premio Carlomagno, sia in quello al Parlamento europeo, sono la dimostrazione di quanto egli rappresenti un punto di riferimento».

PERCHE’ E’ IMPORTANTE LA RIEDUCAZIONE

Per Mattarella, Francesco è un punto di riferimento «perché è amato, in misura molto ampia, non soltanto da credenti, ma anche da non credenti; perché appare credibile e ispira fiducia».

Il capo dello Stato spiega di aver ricevuto la lettera del Papa in cui il Pontefice chiede di valutare la possibilità di atti di clemenza e di aver riguardo alle condizioni dei reclusi. «È un messaggio di particolare rilievo – sottolinea – da tenere in gran conto, perché coglie l’aspetto più importante della punizione che lo Stato infligge a chi ha commesso reati: quello della rieducazione e del recupero dei condannati».

“SERVE UNA SCELTA CORAGGIOSA”

Sui migranti, il presidente ricorda che «quello migratorio è un fenomeno che non è possibile rimuovere», e che è necessario «organizzare in Europa, in maniera più intelligente, l’accoglienza e l’integrazione», evitando alcuni errori come «consentire che si creino ambienti, luoghi di emarginazione, ghetti per gli immigrati e per le successive generazioni, che li facciano sentire emarginati dalla società».

Per evitare di creare «sacche di emarginazione» che sono «ingiuste, ma anche foriere di pericoli», Mattarella invita a una «scelta coraggiosa»: «non parlare più di ‘seconda generazione di immigrati’, ma di ‘italiani di altra origine’» (Agensir 9 marzo).

“LA FRESCHEZZA DEL CONCILIO”

Al termine del colloquio, il presidente Mattarella ha ricordato il suo periodo giovanile «negli anni del Concilio» e che «questo ha influito molto» nella sua formazione: «Vedere la Chiesa che si apriva, che parlava al mondo e chiedeva al mondo anche risposte è stata un’esperienza affascinante».

«In questi anni di papa Francesco – ha aggiunto – si sta riproponendo la freschezza che il Concilio aveva lanciato».

Tags:
papa francescosergio mattarella
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
2
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
3
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni