Aleteia

Hugh Jackman: “Sono cristiano e dedico ogni mia interpretazione a Dio”

Condividi
Commenta

L'attore ha riscosso grande successo con il ruolo di Wolverine nella saga X-Men, e ora interpreterà l'apostolo Paolo in un nuovo film

Hugh Jackman, confermato per interpretare il ruolo dell’apostolo Paolo in un film sulla vita del personaggio biblico, ha parlato in pubblico della sua fede cristiana.

In un’intervista concessa alla rivista Parade, l’attore ha affermato che aveva l’abitudine di frequentare culti di diverse Chiese ed è arrivato a credere di poter diventare un predicatore.

“Sono cristiano. Andavo tutto il tempo in vari templi di evangelisti. Quando avevo circa 13 anni avevo uno strano presentimento del fatto che un giorno sarei stato sul pulpito, come i predicatori che vedevo”, ha confessato.

Fotografia: Anton Ivanov/Shutterstock

Jackman ha aggiunto che recitare gli dà una sensazione di pace e che dedica ogni sua interpretazione a Dio.

“Forse può sembrarvi strano. In Momenti di Gloria, l’atleta Eric Liddell dice: ‘Quando corro, sento il suo piacere [di Dio]’. Io sento questo piacere quando recito e va tutto bene, soprattutto sul palco”, ha detto Jackman.

“Sento che tutti cercano un sentimento o qualcuno che ci possa unire. Lo chiamiamo ‘Dio’. Tutte le sere, prima di salire sul palco, mi fermo e dedico il mio lavoro a Dio, nel senso di potermi arrendere a Lui”.

Jackman si prepara a girare un film in cui interpreterà l’apostolo Paolo, dando nuovo risalto alla conversione, al ministero e alla prigionia dell’Apostolo delle Genti.

Jackman sarà anche il produttore del film, insieme a Matt Damon e Ben Affleck. Matt Cook sta scrivendo la sceneggiatura.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Condividi
Commenta
Questa storia ha come tag:
Hugh Jackmantestimonianza
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni