Aleteia
mercoledì 30 Settembre |
San Girolamo
Spiritualità

Non cercate Dio su Internet!

Farrel Nobel | Unsplash

Jola Szymańska | For Her | Tue Mar 07 2017

Internet è pieno di fatti, invenzioni, opinioni e migliaia di bei gattini, ma che succede se state cercando la fede?

Internet è pieno di cose positive – testimonianze personali, discussioni vivaci, saggi consigli… basta inserire il termine di ricerca corretto. Ma accanto a tutte le informazioni corrette ci sono anche cose senza senso, e giustificazioni per praticamente qualsiasi idea e ogni comportamento. Se volete sentirvi confermati in un’opinione, probabilmente troverete ciò che cercate in un forum o nell’altro.
Molte persone sostengono che Internet ci abbia resi pigri. Anziché andare in chiesa, forse vi limitate a guardare qualche video di fede su YouTube e vi ritenete soddisfatti. Purtroppo, però, i frammenti di fede che si trovano su Internet non offrono davvero la soluzione che potreste cercare. A meno che non abbiate online una discussione significativa sulla fede con una persona, probabilmente troverete solo dichiarazioni generali che possono essere interpretate molto apertamente. E ovviamente molte informazioni non sono corrette. E allora, se state cercando davvero la verità su voi stessi, la vostra fede o la vostra vita, è probabile che non la troverete online. In rete troverete solo persone e le loro varie opinioni (a volte supportate dai fatti, a volte no). Molti vi diranno soltanto quello che volete sentire e non quello di cui avreste bisogno. LEGGI ANCHE: 5 piccoli modi per trovare la fede nella vita impegnata di oggi
Ho esperienze di questo fenomeno da entrambe le parti. Come autrice di un blog cattolico, i miei lettori hanno certe aspettative su quello che dovrei essere e su cui dovrei scrivere. Molti si aspettano che io sia perfetta, il che non è vero. A volte, quando vediamo quelle che riteniamo foto perfette su Instagram o vite perfette sui blog, diventa facile credere che la perfezione sia raggiungibile e aspettarsela dagli altri, perché Internet è un luogo in cui possiamo mostrare solo alcuni dei nostri lati, quelli più belli e brillanti, apparentemente senza difetti. Forse condividiamo post sull’aiutare i senzatetto ma non parliamo di questioni davvero complicate. Come lettori, spesso cerchiamo gli errori negli altri, e forse siamo un po’ infastiditi dalla differenza di punti di vista o di stile di vita altrui. A volte critichiamo le celebrità, dicendo che si sono sposate troppo presto o che non pesano abbastanza o pesano troppo, o che si vestono in modo strano… Sono giudizi fin troppo semplici da emettere e che tutti possono vedere, e a volte non riguardano solo le celebrità o le figure politiche, ma anche conoscenti. Qualche tempo fa ho avuto un grande problema con Facebook, al punto che non volevo aprire un account. Sapevo che era uno strumento valido per condividere i miei pensieri e i miei scritti, ma mi preoccupavo del fatto che non avrei saputo come separare il mio profilo Internet dal mio vero io. Perché quello che metto su Internet rappresenta solo un frammento di quello che sono. È solo qui, nella mia vita reale, che potete conoscermi, e solo qui, nella carne, che posso davvero conoscere qualcuno come voi. Penso che faremmo tutti bene a ricordare che siamo tutti diversi, e tutti imperfetti. Non ci sono due persone identiche con le stesse esperienze, solo persone forse simili. LEGGI ANCHE:Papa Francesco: e se usasissimo la Bibbia come facciamo con il telefonino?
E allora su Internet potrete trovare qualche consiglio su quale marca di magliette comprare o quali sono le cose più belle da vedere a Roma, ma non potrete trovare una vera ispirazione che vi avvicini a Dio. Potreste non trovare la verità e l’amore che si ottengono attraverso la preghiera, compiendo azioni buone e generose nella vita reale, leggendo e meditando sulla Bibbia o andando in chiesa (anche se ovviamente a For Her facciamo del nostro meglio per indirizzarvi nella giusta direzione). L’unico luogo in cui possiamo risolvere i nostri problemi è il mondo reale, la nostra vita quotidiana off line. Internet è semplicemente uno strumento che dovrebbe essere usato con giudizio, perché indipendentemente dal motore di ricerca che si usa si troverà di tutto ma poco spazio per una riflessione su Dio e su come si colleghi a noi in quanto individui unici. E allora, la prossima volta che vi ritroverete invischiati nei forum online e in Facebook, ricordate che sono solo piccoli frammenti di un quadro molto più ampio del mondo, e che ci possono essere altre cose qui nel mondo reale ben più meritevoli del vostro tempo. __ Jola Szymańskaè vice-direttore dell’edizione polacca di For Her e autrice del blog cattolico http://www.hipsterkatoliczka.pl. Avvocato e musicista, si rilassa suonando il piano, guardando YouTube e… pregando.
[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
facebookfedeinternetsocial networkspiritualitàweb
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: "Ho visto i ...
Gelsomino Del Guercio
Parla il sacerdote che ha vinto 35mila euro a...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Oleada Joven
Lettera di Gesù a te: dalla mia croce alla tu...
LUXOR FILM FESTIVAL
Zoe Romanowsky
Un filmato potente di appena un minuto sul ma...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni