Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
home iconvaticano notizie
line break icon

Il Vaticano contro la pena di morte: “Non si fa giustizia uccidendo”

Vatican Insider - pubblicato il 02/03/17

Allo stato attuale, non vi sono prove sufficienti per dimostrare che la pena di morte abbia un effetto deterrente sulla criminalità. Così l’osservatore permanente della Santa Sede, l’arcivescovo Ivan Jurkovic, è intervenuto ieri alle Nazioni Unite di Ginevra. Esprimendo apprezzamento per gli sforzi intrapresi in molti Paesi per l’eliminazione della pena capitale, il presule nel suo intervento – riportato in stralci dalla Radio Vaticana – ha sottolineato la sacralità della vita dal concepimento alla morte naturale e, citando il Papa, ha ribadito che «anche un criminale ha il diritto inviolabile alla vita»

«La giustizia umana infatti è fallibile, la pena di morte irreversibile» e a volte essa viene applicata anche su persone innocenti, ha detto monsignor Jurkovic. Per questo motivo ha invitato le autorità legislative e giudiziarie a cercare sempre di garantire la possibilità per i colpevoli di pentirsi e rimediare ai loro crimini. Richiamando ancora le parole del Papa, l’osservatore permanente ha affermato che: «Per uno Stato di diritto la pena di morte rappresenta un fallimento, perché obbliga uno Stato ad uccidere in nome della giustizia. Ma la giustizia non è mai raggiungibile attraverso l’uccisione di un essere umano». 

«Esistono misure più umane per affrontare il crimine» ha insistito il delegato vaticano, chiedendo di assicurare alla vittima il diritto alla giustizia e a al criminale la possibilità di cambiare vita. «Questo – ha detto – favorirà lo sviluppo di una società più giusta ed equa, nel pieno rispetto della dignità umana”. 

Ribadendo infine l’impegno della Santa Sede nel conseguire l’abolizione dell’uso della pena di morte e nel sostenere, come misura provvisoria, le moratorie stabilite dalla risoluzione dell’Assemblea Generale 2014, l’arcivescovo ha invitato gli Stati membri a migliorare le condizioni di detenzione nel rispetto della dignità di ogni persona,indipendentemente dal crimine compiuto, e a garantire il diritto degli imputati adun processo equo e giusto

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
4
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
DIAKON
Arcidiocesi di San Paolo
Perché un pezzo di Ostia consacrata viene collocato nel calice?
7
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni