Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
home iconChiesa
line break icon

Guarisce da una gravissima encefalite per intercessione di Concetta Bertoli?

Shutterstock/ HearttoHeart

Aleteia - Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 02/03/17

Il ragazzo era entrato in coma e rischiava di non riprendersi più

Il miracolo attribuito alla venerabile Concetta Bertoli è raccontato dalla mamma di Kevin Menis, che oggi è un bel ragazzo di Udine di 18 anni e gode ottima salute.

Nel gennaio 2011, però, Kevin non stava affatto bene. La madre Cristina si commuove ancora oggi raccontando i momenti drammatici passati allora: «Mio figlio aveva un forte mal di testa, con febbre e vomito. Pensavamo a una banale influenza. Il perdurare dei sintomi ci ha indotto al ricovero di Kevin all’ospedale di San Daniele e poi, visto che la situazione si stava aggravando, al Burlo di Trieste» (messaggeroveneto.gelocal.it, 2 marzo).

GRAVE INFEZIONE CEREBRALE

«Qui – continua Cristina al Messaggero Veneto – il quadro clinico è peggiorato, sebbene fosse stata esclusa la meningite. Kevin era entrato in coma, la situazione si faceva ogni giorno più difficile. I medici ci avevano avvertito che non poteva farcela, che sarebbe vissuto come un vegetale».

La diagnosi parlava di una gravissima forma di encefalite. «Nel frattempo eravamo in contatto costante con il nostro pediatra, il dottor Nigris, il quale ha affidato la sorte del nostro Kevin alle preghiere di una persona devota a Concetta Bertoli. I medici si sono prodigati al massimo per salvare la vita a mio figlio. A un certo punto c’è stato un lento e progressivo risveglio. All’improvviso la risonanza magnetica ha dato risultati positivi».

IL CAMBIAMENTO IMPROVVISO

«Era il 14 marzo – ricorda la mamma – il quadro clinico era cambiato. Kevin era guarito, non si vedeva più nessuna lesione al cervello. Sì, questo ragazzo è davvero un miracolato. Nell’ottobre 2011 ha subito una intossicazione di monossido, lui si è salvato in extremis, un nuovo miracolo. La vita, dopo questa esperienza, cambia, si diventa più forti».

NESSUNA CICATRICE

Ma la straordinarietà della guarigione si riferisce all’assenza di segni lasciati dalla malattia. «Ci sono eventi che si possono ascrivere a qualcosa di inspiegabile come questo – spiega il pediatra Fabiano Nigris – perché la guarigione di una encefalite, quindi una infezione del cervello molto grave, con una lesione molto importante si riteneva irreversibile. Qui sta il grosso punto di domanda, la cicatrice da post lesione non c’è, non è stata rilevata da nessun esame. E questo è stato valutato in ripetute risonanze magnetiche. Il fatto è ancora al vaglio degli esperti, l’iter valutativo tecnico è ancora in itinere».

“GUARIGIONE INSPIEGABILE”

«Kevin è stato colpito da una encefalite grave – rimarca il pediatra – con lesioni al cervello che si ritenevano irreversibili e che, invece, si sono normalizzate senza lasciare alcuna traccia. Io spero che l’intero iter dia esito positivo e che questo rinsaldi ancora di più la figura di Concetta Bertoli».

IL COMITATO MEDICO DI LOURDES SI DEFILA

Sul caso di Kevin il vicepostulatore della causa di beatificazione della Bertoli, padre Aurelio Blasotti, ha chiesto un parere al Comitato medico internazionale di Lourdes.

Il Bureau des constatations médicales ha risposto che non ha le competenze né le possibilità di occuparsi del fatto in quanto è abilitato a valutare soltanto le presunte guarigioni che avvengono a Lourdes.

«Era un sogno, ma noi non demordiamo, è stato un tentativo per avere una opinione super partes sull’inspiegabile guarigione di Kevin Menis attribuita alla venerabile Concetta Bertoli», afferma fra’ Aurelio, che da anni porta avanti con fede e convinzione la battaglia affinché sia riconosciuta la certezza scientifica che la guarigione sia avvenuta non secondo i dettami della medicina “normale” (Messaggero Veneto, 1 marzo).

LE VIRTU’ DI CONCETTA

La storia della Bertoli ruota tutta attorno a Mereto di Tomba, paesino in provincia di Udine, dove nasce il 14 aprile 1908. A 16 anni è colpita da una grave malattia degenerativa, l’artrite nervosa deformante poliarticolare reumatica.

A 22 anni è costretta immobile a letto, dove resta per ben 26 anni senza avere neppure la possibilità di aprire la bocca se non per ingerire liquidi. Ma la donna non perde mai la fede, anzi; la fede la sostiene anche quando la colpisce la cecità. Nel 1940 diventa terziaria francescana.

La sera dell’11 marzo 1956, dopo 31 anni di malattia, 26 dei quali vissuti nella completa immobilità, la venerabile muore. Il 24 aprile 2001 con il riconoscimento del decreto sulle virtù vissute in modo eroico, Papa Giovanni Paolo II apre la strada alla beatificazione di Concetta.

Tags:
guarigionimiracolisanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
4
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
DIAKON
Arcidiocesi di San Paolo
Perché un pezzo di Ostia consacrata viene collocato nel calice?
7
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni