Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Quale dettaglio d’amore gratuito donerai oggi?

Shutterstock / Ljupco Smokovski
Condividi

Amare più del necessario è la via per essere pienamente umani

Cosa faccio con chi mi chiede qualcosa?

“A chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due. Dà a chi ti domanda e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle”. A volte dico che non posso, altre volte rispondo di sì, ma la verità è che rispondo dando il giusto. Quello che mi viene chiesto e nient’altro.

Gesù mi dice che vale la pena di vivere con l’anima grande. Di essere magnanimi. Senza pesare, senza misurare. Mi emoziona. Vorrei avere questo stile di vita. Gesù pensa che io possa, e questo mi sorprende.

Amare più di ciò che è giusto, di ciò che è necessario, di ciò che è obbligatorio. Non è un peso, ma la via per essere pienamente umani. Dare sempre quando mi chiedono qualcosa. Dare più di quello che mi chiedono. Dare senza che me lo chiedano.

Non sono abituato a non misurare. Dio con me lo fa. In questo modo guarisce il mio cuore. Sono fatto per quell’amore, non per l’amore contato e misurato.


LEGGI ANCHE: Papa Francesco: l’amore “pazzo” di Dio piange per la nostra infedeltà


Qualche volta ho ricevuto più di quello che ho chiesto. Qualche volta qualcuno mi ha dato gratis senza chiedere nulla. E io non ho mai ricambiato. Questa gratuità mi spaventa. Questa gratuità è quella di Dio. La gratuità di Gesù, che mi ama e non vuole niente in cambio. Mi dà sempre più di quello che gli chiedo. Mi dà fino all’estremo.

Mi lascio amare così da Dio? Mi costa credere in quell’amore perché penso che Dio sia come me. Penso che mi amerà solo se mi comporto bene, e che se non lo faccio si allontanerà da me. Dio mi dà ogni giorno e torna a darmi sempre. Mi abbraccia quando torno a casa sconfitto. Mi perdona mille volte. Muore per me. Effonde il suo amore nel mio piccolo cuore.

Voglio vivere così, con un cuore generoso. L’amore è asimmetrico. Non voglio dare solo se mi danno, solo nella misura in cui mi danno, solo dopo che mi hanno dato. Gesù sa cosa mi rende felice. Egli è uomo, ed è profondamente felice amando al di là dei confini del minimo.

Non voglio conformarmi al minimo. Dio mi invita alla pienezza. A qualcosa di straordinario che mi supera. Non vuole che mi conformi alle cose “sensate”. Voglio saper ringraziare per la sua gratuità nella mia vita. Per la gratuità di quelle persone che mi hanno dato senza che io dessi.

Mi hanno mostrato la via della vita vera. L’amore senza condizioni è l’unica cosa che mi rende davvero felice. Gesù oggi mi chiede di amare così, come mi ama Dio, senza condizioni. È una chiave di vita, la via della gioia più profonda.


LEGGI ANCHE: C’è una lettera d’amore per te (non immagini da chi)


Cosa faccio per rendere felici coloro che vivono con me, al di là del minimo necessario? Quale dettaglio d’amore posso avere per coloro che amo?

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.