Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
home iconStorie
line break icon

Le toccanti parole di mio padre davanti alla tomba di mia madre

Candida.Performa

Encuentra.com - pubblicato il 16/02/17

Quel giorno ho capito cosa sia l'amore vero, ed esiste!

Un famoso insegnante si trovò di fronte a un gruppo di giovani che erano contrari al matrimonio. I ragazzi sostenevano che il romanticismo costituisce la vera base delle coppie, e che quando questo si spegne è preferibile porre fine alla relazione anziché entrare nella vuota monotonia del matrimonio. L’insegnante disse che rispettava la loro opinione, ma riferì quanto segue:

I miei genitori sono stati sposati per 55 anni. Una mattina mia madre stava scendendo le scale per andare a preparare la colazione per mio padre e ha avuto un infarto. È caduta. Mio padre l’ha raggiunta, l’ha rialzata come meglio poteva e l’ha portata in macchina quasi trascinandola. A tutta velocità, senza rispettare alcun segnale, l’ha portata in ospedale. Quando sono arrivati, purtroppo, era già morta.

Durante l’inumazione, mio padre non ha parlato. Il suo sguardo era perso nel vuoto. Non ha quasi pianto. Quella notte noi figli ci siamo riuniti con lui. In un ambiente di dolore e nostalgia abbiamo ricordato begli aneddoti. Lui ha chiesto a mio fratello teologo di dirgli dove fosse mia madre in quel momento. Mio fratello ha iniziato a parlare della vita dopo la morte, di come e dove poteva stare. Mio padre ascoltava con attenzione, poi all’improvviso ci ha chiesto di portarlo al cimitero. “Papà”, abbiamo risposto, “sono le 23.00, non possiamo andare al cimitero adesso”.

Ha alzato la voce e ha detto: “Non discutete con me, per favore. Non discutete con l’uomo che ha appena perso colei che è stata sua moglie per 55 anni”. C’è stato un momento di rispettoso silenzio e non abbiamo discusso più.


LEGGI ANCHE:Il ritratto di una coppia che ha saputo amarsi per tutta la vita


Siamo andati al cimitero, abbiamo chiesto il permesso al custode e guidandoci con una torcia siamo arrivati alla lapide. Mio padre l’ha accarezzata, ha pregato e ha detto a noi figli che guardavamo quella scena commossi: “55 anni… Sapete? Nessuno può parlare del vero amore se non ha idea di cosa significhi condividere la vita con una donna così”. Ha fatto una pausa e si è asciugato il viso.

“Lei ed io eravamo insieme in quella crisi”, ha continuato. “Ho cambiato lavoro. Abbiamo venduto la casa, fatto i bagagli e cambiato città. Abbiamo condiviso la gioia di vedere i nostri figli terminare gli studi, abbiamo pianto l’uno accanto all’altra di fronte alla perdita delle persone care, abbiamo pregato insieme nella sala d’attesa di alcuni ospedali, ci siamo sostenuti nel dolore, ci siamo abbracciati ogni Natale e abbiamo perdonato i nostri errori”.

“Ora se n’è andata e io sono contento, e sapete perché?Perché se n’è andata prima di me, non ha dovuto vivere l’agonia e il dolore di seppellirmi, di rimanere da sola dopo la mia partenza. Sarò io passare per tutto questo, e rendo grazie a Dio. L’amo talmente che non avrei potuto sopportare che soffrisse…”

Quando mio padre ha finito di parlare, io e i miei fratelli avevamo il viso inondato di lacrime. Lo abbiamo abbracciato e lui ci ha consolati: “Va tutto bene, possiamo andare a casa”.


LEGGI ANCHE: 65 anni di matrimonio e non sentirli!


Quella notte ho capito cosa sia il vero amore. È molto diverso dal romanticismo, non ha troppo a che vedere con l’erotismo, né con il sesso, ma è piuttosto legato al lavoro, al complemento, alla cura, e soprattutto al vero amore che si professano due persone veramente impegnate.

Quando l’insegnante ha finito di parlare, i giovani non sono stati in grado di ribattere. Quel tipo di amore era qualcosa che non conoscevano. Spero che un giorno possiate trovare un amore di questo tipo, e se accadrà non lo lasciate mai sfuggire.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
amoreeducazionemaritomatrimoniomogliemorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Claudia Koll Vieni da me Rai1
Silvia Lucchetti
Claudia Koll: ho pregato tanto per mio figlio malato e ho ricevut...
5
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
6
BRUISED CORTO ANIMATO ROK WON HWANG
Catholic Link
Corto animato: abbracciami, Signore, perché nel dolore voglio rif...
7
messe avec masques
Lucandrea Massaro
Cambia di nuovo il Rito della pace durante la Messa
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni