Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconvaticano notizie
line break icon

Parolin: attenzione su migrazioni, lavoro e giovani

Vatican Insider - pubblicato il 14/02/17

C’è “sintonia” tra Santa Sede e governo italiano sulle emergenze sociali, una condivisa preoccupazione per i cristiani perseguitati in Medio Oriente, la necessità di rilanciare l’Unione europea, mentre la Chiesa ha espresso la propria preoccupazione in merito al rischio di ridurre la questione del testamento biologico, in discussione al Parlamento, al solo tema dell’autodeterminazione del paziente.

All’uscita da Palazzo Borromeo, sede dell’ambasciata italiana presso la Santa Sede dove, come ogni anno, si è svolto l’incontro tra autorità italiane, e vertici di Vaticano e Cei, è questo il quadro tracciato dal cardinale Pietro Parolin.

L’incontro, ha detto ai giornalisti il Segretario di Stato vaticano, è stato “disteso” e c’è stato modo di affrontare sia “sintonie” che”preoccupazioni” da parte della Chiesa, nonché alcune “questioni bilaterali”.

“Gran parte dell’incontro è stato dedicato a temi ed esigenze della gente”, ha detto Parolin, “la mancanza di occupazione, i giovani, le migrazioni”, nonché – ha affermato ai microfoni di Tv2000 – la necessità di una “ricostruzione morale e materiale” dopo i terremoti.

“Abbiamo parlato anche del fine vita. C’è preoccupazione per la riduzione del tema alla problematica dell’autodeterminazione della persona”, ha detto il porporato veneto. “Serve più dialogo tra medico e paziente”.

Tra i temi affrontati con la delegazione guidata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dalPresidente del Consiglio Paolo Gentiloni, in vista del prossimo vertice Ue che si svolgerà il 24 marzo a Roma per i 60 anni della comunità europea, la necessità di “ripensare e rilanciare” il progetto europeo. Tra i temi affrontati anche i cristiani perseguitati in Medio Oriente e la necessità di proteggerli in quanto “cittadini” dei loro paesi che in quanto tali non possono essere oggetto di discriminazione.

Parolin è tornato ad esprimere preoccupazione per i populismi che crescono nel mondo, sottolineando che l’incapacità di accogliere e integrare gli immigrati “non è una buona politica” e che bisogna impegnarsi affinché la storia “non si ripeta nei suoi aspetti negativi”. Il porporato non ha confermato se a maggio, quando verrà in Italia per il G7 di Taormina, il presidente Usa Donald Trump incontrerà il Papa.

A Palazzo Borromeo Parolin era con i monsignori Becciu, Gallagher, Borgia e Camilleri della Segreteria di Stato e i vertici della Cei, il cardinale presidente Bagnasco e il segretario mons. Galantino. Presenti per il governo italiano i ministri Alfano, Minniti, Padoan, Fedeli, Pinotti, e là sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi. Il vertice Italia-Vaticano è stato seguito da un concerto – presente anche la sindaca di Roma Virginia Raggi – eseguito dalla Cappella musicale pontificia Sistina e dalla junior orchestra di Santa Cecilia. 

Galantino uscendo ha detto: «Non si può andare avanti mettendo come pilastro assoluto iniziale quello della autodeterminazione assoluta escludendo il medico, le strutture, la possibilità della partecipazione alla decisione anche del medico, anche della struttura… Da parte del governo abbiamo avuto una rassicurazione di attenzione su questo problema. Loro hanno detto che è una iniziativa parlamentare e quindi il governo per ora non c’entra in questa cosa qua». 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni