Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

Su cosa si basa il vero amore? Un’emozionante storia per non dimenticarlo mai

splash.com

Arcidiocesi di Barcellona - pubblicato il 09/02/17

Si avvicinava il loro anniversario di matrimonio, e lei continuava a chiedersi cosa avrebbe potuto regalare al marito. Ma con quali soldi?

Una volta Rabindranath Tagore ha raccontato la storia di un una coppia di sposi poveri. Lei stava alla porta della sua capanna, pettinandosi i capelli pensando al marito. Tutti i passanti rimanevano affascinati dalla bellezza dei suoi lunghi capelli, neri e luminosi.

Lui andava tutti i giorni al mercato a vendere la frutta, e aspettava i clienti seduto sotto l’ombra di un albero. Tra i denti aveva sempre una pipa vuota, perché non aveva soldi per comperare neanche un po’ di tabacco.

Si avvicinava il loro anniversario di matrimonio, e lei continuava a chiedersi cosa avrebbe potuto regalare al marito. Ma con quali soldi?

Le venne un’idea. Al pensiero ebbe un brivido, ma poi prese la decisione e fu piena di gioia: avrebbe venduto i suoi capelli per poter comprare del tabacco al marito.

Già immaginava il suo uomo nella piazza, seduto di fronte alla frutta, che dava lunghe boccate alla sua pipa. L’aroma di incenso avrebbe conferito a lui, gestore di una piccola bancarella, la solennità e il prestigio di un grande commerciante.

Quando vendette i suoi capelli ottenne solo poche monete, che usò per comprare del tabacco pregiato, scelto con attenzione.

Quella sera il marito tornò a casa cantando. Aveva tra le mani una piccola scatola, al suo interno c’erano dei pettini per sua moglie: li aveva comprati dopo aver venduto la sua pipa.

Come dimostra questa storia, il vero amore si basa sulle rinunce e cresce grazie ai sacrifici fatti per l’altro, per la persona che amiamo. Si comprende con facilità. Lo capiscono bene i coniugi che si amano davvero, e i genitori che sanno cosa vuol dire il sacrificio, cosa significhi privarsi di tante cose per amore dei figli.

Questo è ciò che ci ha insegnato Gesù, Figlio di Dio: “Allora Gesù disse ai suoi discepoli: ‘Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà’ “ (Mt 16: 24-25).

E dice anche: “Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me” (Mt 10,37-38).

Il sacrificio e la rinuncia non sono cose sbagliate. Non si tratta di masochismo, come dicono alcuni; sono il risultato di unamore generoso. E una rinuncia fatta per amore di Dio e dei fratelli produce una pace e una felicità indescrivibili.

Lo sa bene chi ama veramente, chi ha rinunciato molte volte per amore. L’egoista, che si concentra su se stesso e cerca solo il proprio piacere, non lo capisce. E non riesce a godersi la vita in profondità.


LEGGI ANCHE: L’amore non cresce se non c’è sacrificio


Cristo, il Figlio di Dio, ci ha dato un bellissimo esempio di questa rinuncia fatta per amore. Ha dato la Sua vita per salvare noi. “Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà” (2 Cor 8,9).

Non smettiamo di avvicinarci al Crocifisso. E guardandolo con amore, impariamo il valore del sacrificio e della rinuncia fatta per amore.

Di Juan José Omella, arcivescovo di Barcellona

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
amorematrimonio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni